Cronaca

Domenico Diele resta in carcere per mancanza di braccialetti elettronici

Domenico Diele drogato alle guida: niente domiciliari per carenza braccialetti elettroniciL’attore Domenico Diele, dopo aver ucciso con la sua Audi A3, la scorsa settimana, la 48enne Ilaria Dilillo, resta in carcere. Non gli sono stati concessi gli arrestati domiciliari perché non vi sono braccialetti elettronici disponibili. Diele, giovane attore che ha interpretato diversi film e serie tv del calibro di ‘1993’, guidava sotto l’effetto delle droghe, venerdì scorso, una macchina senza copertura assicurativa. L’attore, inoltre, non aveva la patente di guida. Gli era stata revocata. Adesso Domenico rischia una condanna fino a 12 anni di reclusione. Con la sua potente vettura ha travolto e ucciso la povera Ilaria, una 48enne a bordo del suo scooter. La tragedia è avvenuta in pochi attimi, allo svincolo di Montecorvino Pugliano.

Un attore tossicodipendente

Domenico Diele, giovane attore la cui carriera rischia di essere compromessa dalla sua vita privata. Il 31enne senese ha ammesso di essere dipendente dall’eroina e da altre sostanze stupefacenti. Sostanze che aveva assunto venerdì scorso, prima di mettersi a bordo della sua Audi. A farne le spese è stata Ilaria Dilillo, 48enne salernitana che lavorava in uno studio legale. La donna stava tornando a casa col suo scooter e, improvvisamente, è stata travolta dall’Audi di Diele. Il ragazzo si è fermato, rendendosi conto di quello che aveva appena fatto. Le forze dell’ordine, dopo averlo sottoposto al drug test, hanno scoperto che l’attore di ‘1993’ aveva assunto droghe prima di mettersi alla guida. Domenico ha ammesso la sua tossicodipendenza.

‘Mi sono rovinato, che ho fatto’, avrebbe detto il 31enne ai carabinieri, mentre lo arrestavano. Diele, a cui nelle ultime ore non sono stati concessi gli arresti domiciliari per carenza di braccialetti elettronici, ha rivelato di aver visto Ilaria finire sul parabrezza della sua auto, venerdì scorso: ‘Ho visto lo scooter agganciato al mio parabrezza, poi la donna a terra… Sono dipendente dall’eroina’. Domenico si trovava a Salerno per le riprese del film ‘Vita spericolata’. Adesso il rischio è che la carriera dell’attore senese possa essere seriamente compromessa. La droga e l’omicidio di una persona sono due fattori pesanti che potrebbero mettere fine alla carriera di un giovane talento italiano.

Ilaria Dilillo tornava a casa

Domenico Diele ha ucciso Ilaria, una donna che tornava a casa, dove ad attenderla c’era il padre, rimasto vedovo da poco tempo. Ilaria lavorava in uno studio legale ed aveva superato da poco il dolore per la morte della madre. Domenica scorsa, presso la chiesa del ‘Volto Santo’, a Salerno, è stato celebrato il funerale della Dilillo. Grande commozione e tanti presenti nel luogo sacro. Chi conosceva Ilaria parla di una donna solare e buona, che recentemente era tornata a uscire. La 48enne aveva passato momenti terribili dopo il decesso della mamma. Tanta gente, domenica scorsa, si è stretta attorno a Nicola, il padre di Ilaria, distrutto per l’ennesimo lutto. Nicola è distrutto, ma lo sono anche i genitori di Diele, che invitano le persone a non definire ‘un mostro’ il figlio. Il padre di Ilaria vuole che l’attore sconti almeno 16 anni in carcere ma sa bene che in Italia ciò è impossibile.

Una donna di Salerno è morta per un attore drogato alla guida di una potente Audi. Domenico Diele guidava senza patente (gli era già stata ritirata per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti) e drogato. Nessuno, sul set, sapeva che l’attore guidava senza patente. Domenico ha sempre taciuto, anche con le persone che gli hanno sempre voluto bene, genitori compresi. Diele ha affermato di avere pochi amici. Negli ultimi tempi il suo unico compagno era il lavoro. Sì, il lavoro che ora rischia di ‘naufragare’.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.