Don Mazzi stanco di Fabrizio Corona: ‘Non lo voglio più’

By | 9 aprile 2018

don-mazzi-exodus-fabrizio-coronaFabrizio Corona, così come Lele Mora hanno fatto perdere tempo a don Mazzi. Lo ha confessato proprio il religioso nel corso di una recente intervista: ‘Fabrizio ero convinto di portarmelo a casa, ma si sente la divinità di se stesso. È personaggio anche quando si pente, non c’è niente di autentico in lui. Non lo voglio più’. Parole dure ma non rancorose quelle del fondatore di Exodus, una comunità che dal lontano 1984 opera nel campo del sostegno dei tossicodipendenti, detenuti e prostitute. Oggi Exodus vanta ben 40 sedi.

‘Pietro Maso era una bestia’

Don Mazzi, 88 anni, ha rivelato durante un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, alcuni aneddoti su alcuni ospiti famosi nella sua comunità: ‘Berlusconi? Non venne, perché gli avrei fatto pulire i bagni come a tutti gli altri. Pietro Maso, era una bestia e non è cambiato per niente. Invece, Milena De Giambattista, una delle ragazze che uccisero la suora in Valchiavenna, è cambiata molto. Le donne cambiano di più, hanno più sensibilità, risorse, presa. Erika De Nardo? Le sono stato accanto per 10 anni e non so ancora chi sia. Tutte le volte che abbiamo affrontato il racconto dell’omicidio, iniziava a tremare, andava in choc. Non ho avuto il coraggio di andare avanti perché Vittorino Andreoli mi aveva detto che, a quel punto, lei poteva preferire il suicidio’.

Il racconto di un prete ‘ribelle’

Un prete ‘ribelle’. Così si definisce don Mazzi. Un sacerdote che non attacca nemmeno le unioni civili perché ‘l’amore è amore. Ognuno nasce per amare e essere amato. Aggiungo: per desiderare ed essere desiderato. Desiderare non è peccaminoso. Il peccato lo abbiamo messo di mezzo noi. Io non sono mai stato innamorato, ho avuto delle simpatie, ma non capisco perché i preti non possano sposarsi’.

L’attacco di don Mazzi alla Santa Sede

Duranta la lunga intervista al Corriere, don Mazzi ha biasimato la Santa Sede, non avendo remore nel dire che brucerebbe il Vaticano: ‘lo svuoterei e vorrei vedere tutti i cardinali missionari in Africa’.

La Santa Sede oggi rappresenta, per don Mazzi, ‘il tempio di Gerusalemme’ ovvero un posto popolato da soggetti come il cardinale Tarcisio Bertone. In riferimento a quest’ultimo, don Mazzi ha ricordato che quando disse che ‘era di una ricchezza schifosa, mi scrisse il suo avvocato per convocarmi, ma non ci andai’.

Un’invettiva contro il Vaticano, alcuni religiosi e personaggi come il suo ‘pupillo’ Fabrizio Corona e Lele Mora. Don Mazzi ha aiutato molto l’ex re dei paparazzi nei periodi più bui ma, secondo il religioso, Corona non è mai cambiato.

Carcere ha cambiato (in peggio) Fabrizio Corona

Già in passato il fondatore della comunità Exodus aveva detto di essere amareggiato per l’atteggiamento di Fabrizio Corona: ‘Abbiamo tenuto Fabrizio in comunità per 6 mesi, abbiamo fatto di tutto perché non ritornasse in carcere, ma è sempre vittima del suo personaggio’.

Il presbitero di Verona ha osservato svariate volte che Corona è stato rovinato dal carcere. Lo scorso febbraio, ad esempio, aveva asserito che ‘è stato vergognoso il modo in cui è stato giudicato l’uomo, le pene che gli hanno inflitto sono vergognose. Io lo porterei ancora da me, ma dovrebbe fare quello che dico io. Ha grandi qualità ma deve cancellare questa idolatria di se stesso, anche perché ha un figlio che ha bisogno di lui. Se facesse il padre potrebbe salvare suo figlio e se stesso’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.