Donald Trump molestatore seriale? L’accusa di una ex concorrente di Apprentice

By | 16 ottobre 2017

Donald Trump accusato di molestie da ex concorrente ApprenticeIl presidente degli Stati Uniti Donald Trump sarebbe un molestatore seriale per un’ex concorrente di ‘Apprentice’ e per questo l’ha citato in giudizio. Summer Zervos aveva già accusato il tycoon di molestie sessuali l’anno scorso. Ora la donna vuole portare in giudizio The Donald, chiedendo ogni documento correlato al suo caso, nonché tutta la documentazione delle donne che hanno sporto denuncia nei confronti di Donald Trump. I media americani hanno reso noto che la denuncia è stata sporta la scorso marzo ma la Corte l’ha presa in considerazione solo lo scorso mese. Nell’ottobre del 2016 Summer aveva rivelato pubblicamente di essere stata molestata sessualmente da Trump nel 2007. Zervos sostiene che il ricco newyorkese l’avrebbe baciata sulla bocca due volte durante un pranzo di lavoro, nel suo ufficio di New York. Non solo: The Donald, in un’altra occasione, a Beverly Hills, avrebbe baciato aggressivamente Summer sulla bocca, toccandole anche il seno. Donald aveva subito negato ogni addebito: ‘Per essere chiaro, non l’ho mai incontrata in un albergo o accolta in modo inopportuno un decennio fa. Non sono una persona del genere e quella non è la mia condotta di vita. La Zervos, infatti, ha continuato a chiedermi aiuto. Lo scorso 14 aprile mi ha anche inviato una email per chiedermi di visitare il suo ristorante in California’. 

Lo spettro delle molestie sessuali

Donald Trump accusato di molestie sessuali. Vero o falso? Lo spettro delle molestie, in verità, aleggia sul potente tycoon newyorkese da molto tempo. Una decina di donne sarebbero pronte a testimoniare contro The Donald in giudizio.

Già prima dell’approdo alla Casa Bianca, il ricco repubblicano era finito al centro di una bufera per il suo presunto atteggiamento sessista. Lui ha sempre negato tutto, affermando frasi del tipo ‘tutte cose false’ e ‘c’è uno sforzo architettato per abbattere la mia campagna’. Gli avvocati di Trump hanno detto che la causa intentata dalla Zervos ‘non ha alcun merito legale’ e quindi dovrebbe chiudersi rapidamente.

Parole ‘politicamente motivate’?

I difensori di Trump hanno più volte spiegato che le parole della Zervos sono ‘politicamente motivate’. Gli avvocati dell’ex concorrente di ‘Apprentice’, però non sono d’accordo e chiosano: ‘Questo caso non concerne un dibattito politico, né la Zervos era un avversario politico o un commentatore politico ingaggiato dall’opposizione… Il convenuto avrebbe usato la sua fama e il suo potere per abusare della nostra assistita una seconda volta’. 

Summer Zervos aveva deciso di adire le vie legali contro Donald Trump dopo che lui aveva respinto ogni accusa, definendo ‘bugiarde’ tutte le donne che lo incolpavano per molestie sessuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *