Curiosità

Donald Trump: ecco perché potrebbe dimettersi presto

Ecco perché Donald Trump potrebbe dimettersi prestoCala il consenso di Donald Trump negli Usa. Più del 50% degli americani è insoddisfatto delle azioni e dell’atteggiamento nel neo presidente Usa che, a questo punto, potrebbe dimettersi presto. Non è escluso neanche l’impeachment. Sono tanti, del resto, gli analisti americani che prevedono le imminenti dimissioni del tycoon newyorkese. I motivi sono molteplici. Non piace, ad esempio, il piano di Trump per contenere la Corea del Nord di Kim Jong-un. Il leader americano risponde alle minacce nordcoreane con un tono minaccioso,  promettendo ‘fuoco e furia’. Gli americani non hanno gradito il comportamento del tycoon dopo i fatti di Charlottesville. Trump non avrebbe infatti condannato le azioni dei nazisti e dei suprematisti bianchi, limitandosi ad esortare a non compiere più azioni del genere. Charlottesville e Corea del Nord rappresentano, comunque, solo due dei fattori che, negli ultimi tempi, hanno determinato un grosso calo dei consensi per il presidente americano.

Solo il 40% degli americani con Trump

Il tentativo di bloccare la riforma sanitaria targata Obama, i torbidi rapporti con la Russia, il protezionismo commerciale ed altre ragioni stanno infastidendo non poco gli americani. Un quotidiano statunitense ha svolto un sondaggio sul grado di preferenza goduta da Trump dopo 100 giorni dall’elezione. Ebbene, il risultato dovrebbe far preoccupare il magnate di New York: solo il 40% degli americani crede nel presidente americano; il 55% è deluso. Neanche Bill Clinton raggiunse un livello di disapprovazione simile dopo 100 giorni dall’approdo alla Casa Bianca. Quando oltre il 50% degli americani si era schierato contro Clinton, erano passati 573 giorni dall’elezione.

L’idea dell’impeachment

Negli Usa ha iniziato a farsi strada l’idea dell’impeachment di Trump dopo l’allontanamento di James Comey. Secondo molti, il presidente Usa avrebbe ostacolato la giustizia. Tra coloro che hanno iniziato a parlare di impeachment c’è Al Green, un democratico del Texas. Quella dell’impeachment di Trump, comunque, resta attualmente un’idea irrealizzabile. Per processare l’attuale leader della Casa Bianca, infatti, serve la maggioranza della Camera dei Rappresentanti; per attuare l’impeachment, invece, serve la maggioranza dei due terzi del Senato.

Attualmente sia il Senato che la Camera sono controllati dai repubblicani. Per mettere in stato d’accusa Trump, dunque, servirebbe una ‘girata di spalle’ di gran parte dei repubblicani. Ciò, attualmente, è improbabile. Per tale ragione, molti americani sperano nelle dimissioni del ricco newyorkese. Tra coloro che auspicano un imminente addio di Donald Trump alla Casa Bianca c’è la senatrice democratica Dianne Feinstein, secondo cui il magnate newyorkese sta compiendo molte azioni incostituzionali. La Feinstein non è comunque l’unica ad avere dubbi sulla moralità e sulla correttezza dell’operato di Donald.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.