Donatella Rettore punta da una vespa: choc anafilattico

By | 14 luglio 2017

Donatella Rettore punta da una vespa, vacanze sospese dopo choc anafilatticoTanta paura per la cantante Donatella Rettore, che è stata costretta a rinviare le vacanze per colpa di uno choc anafilattico dovuto alla puntura di una vespa. A parlare della disavventura occorsa proprio quando era iniziato il periodo di relax estivo è stata la stessa Rettore su Facebook: ‘Vacanza saltata per colpa di una vespa e subito choc anafilattico! Mi sto lentamente riprendendo. Grazie per essermi vicini. Volevo ringraziare i giovani e giovanissimi cuori che mi seguono con entusiasmo. Scusatemi se ogni tanto perdo le staffe, ricordate io sono sempre stata dalla parte del più debole’. La 62enne dovrà fare a meno del relax per un po’ a causa di una vespa. Del resto, in estate api, calabroni, vespe ed altri insetti rovinano bei momenti a molte persone.

Donatella Rettore continuerà a rilassarsi con Claudio Rego

Una delle icone della musica italiana ha vissuto momenti difficili, giorni fa, a causa della puntura di una vespa. Lo choc anafilattico è arrivato subito, così come l’arrivederci alle vacanze. Donatella Rettore, comunque, tornerà presto a rilassarsi insieme al suo Claudio Rego, uomo a cui è legata sentimentalmente da 40 anni. Un’unione forte e indissolubile, dunque, quella tra la cantante di ‘Kobra’ e Rego. In realtà il rapporto fu connotato da alti e bassi all’inizio. A rivelarlo è stata proprio la Rettore, lo scorso aprile, durante un’intervista a The Real: ‘I primi 10 anni insieme sono stati burrascosi… Lui si era innamorato subito, io avevo l’ormone impazzito. Avevo sempre tradito i miei fidanzati…’. Dopo tanti anni di intenso amore, Donatella Rettore e Claudio Rego si sono sposati. Era il 2005 e l’artista aveva terminato da poco la sua esperienza nel reality La Fattoria. Per la cantante il matrimonio è sempre stato la ‘tomba dell’anima’ e se tornasse indietro non convolerebbe più a nozze. Convivere senza sposarsi, per lei, è molto meglio.

Ha provato molto dolore dopo la puntura di quella vespa, ma non è stata certo questa la sofferenza più grande nella vita di Donatella Rettore. Forse non tutti sanno, ad esempio, che uno dei più grandi crucci della cantante è quello di non essere diventata madre. Una volta rimase incinta ma abortì. Il bimbo morì in pancia. Una sofferenza indescrivibile. Se quella gravidanza fosse stata portata a termine, oggi la Rettore sarebbe madre di un 21enne. Dopo quell’aborto, l’artista provò ancora ad avere figli ma ogni tentativo risultò vano. Alla fine disse basta per evitare di diventare una mamma-nonna. Si vede che il destino voleva questo per Donatella e Claudio. Certo, la 62enne non potrà mai dimenticare quell’aborto spontaneo. A parte questo, l’artista si deve reputare fortunata perché, nella sua vita ha riscosso molto successo sul versante professionale ed ha avuto sempre al suo fianco un uomo che l’ha sempre amata. Donatella è una sorta di ‘girandola’ e il marito la persona che cerca di mantenerla con i piedi per terra. E’ proprio vero che gli opposti si attraggono!

Attenzione a vespe, calabroni e api in estate

Dopo la brutta esperienza della puntura della vespa, la Rettore farà maggiore attenzione agli insetti in estate. Vespe, api e calabroni possono rivelarsi veramente pericolosi. Due giorni fa, nelle campagne di Colledimezzo (Chieti), un 36enne è morto per lo choc anafilattico dovuto alla puntura di un insetto. L’uomo, Rosario R., ha emesso un urlo e poi si è accasciato, senza dare più segni di vita. Stava effettuando una perlustrazione, insieme a un bracciante, su un campo che voleva riordinare. Un insetto ha ucciso Rosario, trentenne molto conosciuto anche per la sua attività: era titolare di un Bed & Breakfast. A Donatella Rettore, in fin dei conti, non è andata male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.