Donne buone solo per essere ingravidate: misoginia in Francia

By | 24 marzo 2018

francia-studentesse-offese-scuola-militareRagazze offese e umiliate nel liceo militare francese di Saint-Cyr. Lo ha rivelato recentemente il tabloid Libération nell’articolo con un titolo abbastanza eloquente: ‘Una macchina per macinare le donne’. Sembra che nel liceo militare transalpino vi sia un gruppo di studenti ultraconservatori che minaccia, offende e intimorisce continuamente le ragazze, obbligandole a rispettare le sue leggi. La notizia sconvolge perché i fatti avverrebbero in una delle scuole francesi più prestigiose.

Studentessa invia lettera a Macron

Libération ha scritto che il caso è diventato di pubblico dominio dopo la lettera inviata a Emmanuel Macron da una studentessa. Nella missiva la ragazza dice di ‘vergognarsi di aver voluto entrare in un esercito che non è pronto ad accogliere le donne’. La giovane ha sottolineato nella missiva di aver lasciato gli studi perché oppressa continuamente da una combriccola di ragazzi arroganti e tradizionalisti, nonché molto influenti nella scuola. Tali soggetti, per l’ex studentessa, sarebbero molto vicini all’ambiente cattolico e all’estrema destra, contestando apertamente gli aborti e i gay.

‘Le donne sono semplicemente buone per essere ingravidate’, avrebbero detto i ragazzi del liceo militare francese alla giovane che ha inviato la lettera a Macron. Sarebbero 60, su 230, gli studenti ultraconservatori che frequentano la scuola militare di Saint-Cyr. Tali soggetti mortificano le ragazze e obbligano gli atri studenti a rispettare le loro aberranti regole. Un insider contattato da Libération ha affermato: ‘Troviamo ragazze che piangono nei corridoi, stremate dal trattamento e dalle pressioni cui vengono quotidianamente sottoposte’. Una studentessa del liceo ha dichiarato: ‘Mi sento umiliata nella mia identità di donna e ho visto infranto il mio diritto di essere qui’.

Dirigenti del liceo francese minimizzano

I responsabili della scuola ha cercato di ridimensionare il caso, parlando di semplici ‘battute’ di ragazzi. Molte ragazze che frequentano il liceo dicono che non sono assolutamente battute. Quei ragazzi le umiliano e offendono spesso, eppure nessuno li ha mai puniti per questo. Il caso ha scosso l’opinione pubblica francese. Lo stesso ministro della Difesa, Florence Parly, ha assicurato di aver ordinato accertamenti sul caso di Saint-Cyr. ‘Per quanto mi riguarda è tolleranza zero. Raddoppieremo i nostri sforzi per fermare questo comportamento minoritario. Il problema è reale, sono state rilevate gravi disfunzioni, sono state implementate misure’, ha spiegato il ministro, che promette sanzioni contro gli studenti insolenti e gli insegnanti che non adottano nessun provvedimento nei confronti degli studenti boriosi e ingiuriosi. Parly ha aggiunto: ‘E’ inaccettabile che, nel ventunesimo secolo, ragazze siano sottoposte a tale discriminazione’.

Misoginia diffusa

Tante ragazze sognavano di unirsi all’esercito. Purtroppo alcune si sono dovute arrendere, minate dalla misoginia di quelli che avrebbero dovuto essere i loro compagni di classe. E allucinante quello che affiora dall’articolo pubblicato ieri, 23 marzo 2018, da Libération. Tante testimonianze di ex studenti delle classi del liceo militare della scuola Saint-Cyr. Tutti riferiscono di umiliazioni continue, insulti, e molestie. Gli aguzzini sempre gli stessi, ovvero studenti maschi, cattolici ultra-conservatori, omofobi, misogini e vicini all’estrema destra. Persone contrarie alla presenza di donne nell’esercito. La ragazza che ha avuto il coraggio di inviare la lettera al presidente francese e di contattare Libération si chiama Mathilde e ha 20 anni. Da quando Mathilde si è fatta avanti, altre persone hanno reso spontaneamente testimonianze sconcertanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.