Dottor morte crea Sarco: la macchina del suicidio

By | 7 dicembre 2017

Il tema del suicidio assistito è controverso in tutto il mondo. Ogni nazione ha la sua normativa al riguardo. C’è chi lotta contro l’accanimento terapeutico e chi sostiene che bisogna salvare la vita fino all’ultimo anelito. Intanto c’è chi pensa a una macchina per suicidarsi in maniera indolore. Un dottore australiano, Philip Nitschke, reputa che ognuno ha il diritto di scegliere se morire o restare in vita. Per tale ragione ha ideato una macchina che consente di suicidarsi in maniera efficiente e indolore. La macchina si chiama Sarco.

Bara biodegradabile

Nitschke, 70 anni, spera che con Sarco molte persone, come i malati terminali, possano esaudire il loro desiderio senza problemi.

Il dottore olandese ha sviluppato la macchina del suicidio insieme all’ingegnere Alexander Bannick e spera che possa essere commercializzata in tutto il mondo.

Sarco è formata da una base stampata in 3D, riutilizzabile, in cui sono presenti contenitori di azoto liquido, e da una capsula rimovibile, che funge da bara biodegradabile.

Basta premere un pulsante e Sarco si attiva

Una volta che il paziente entra nella macchina del suicidio può attivarla premendo un pulsante. Ci sono, comunque, anche i comandi vocali per chi è paralizzato.

Quando viene premuto il pulsante, Sarco si riempie di azoto liquido.

Il dottor morte spiega che, quando la macchina del suicidio si riempie di azoto, diminuisce la quantità di ossigeno, quindi il paziente perde conoscenza e muore, senza accorgersi di nulla.

Durante un’intervista al sito web Tonic, il dottor Nitschke ha spiegato che la bara di Sarco ‘può essere stampata in 3D e utilizza l’azoto liquido, che si può comprare legalmente’.

La morte arriva nel giro di pochi minuti

Quando il paziente entra nella macchina del suicidio, l’azoto liquido inizia a scorrere e nel giro di pochi minuti arriva la morte.

‘Dopo un minuto e mezzo ci si sente disorientati, come quando si bevono troppi drink; poi si perde conoscenza e in circa 5 minuti si finisce di esistere’, ha aggiunto il nuovo dottor morte.

L’ideatore della macchina del suicidio reputa la morte un diritto umano. Sarco, comunque, è stata criticata da molti gruppi pro-life, secondo cui la macchina potrebbe favorire l’aumento dei suicidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *