Due anziani trovati morti in casa, mistero a Viterbo

By | 14 dicembre 2017

Viterbo coniugi morti casaMistero a Viterbo, dove una coppia di anziani è stata trovata morta in casa, in via Santa Lucia. La scoperta è stata fatta dopo la segnalazione della figlia alle forze dell’ordine. La donna aveva più volte cercato, invano, di mettersi in contatto con i due anziani. I coniugi ottantenni, Gianfranco Fieno e Rosa Franceschini, sono stati trovati senza vita dai vigili del fuoco e dagli agenti della Squadra mobile di Viterbo. Le forze dell’ordine avevano bussato alla porta ma nessuno gli aveva risposto; così sono state costrette a forzare la serratura.

Anziani avvolti nel cellophane

Una volta entrati in casa, pompieri e poliziotti si sono trovati davanti a una scena macabra. Marito e moglie erano senza vita, avvolti in un ‘lenzuolo’ di cellophane.

Perché marito e moglie sono morti? Sono stati uccisi? Chi li ha messi in quello strato di cellophane? Domande a cui, in questo momento, le forze dell’ordine non sanno dare risposte. Il figlio della coppia, per giunta, è irreperibile.

Gli agenti della Squadra mobile di Viterbo hanno avviato gli accertamenti per ricostruire la dinamica dell’episodio e scoprire la causa del decesso degli anziani viterbesi.

Morte per soffocamento?

Gli investigatori, attualmente, non escludono nessuna ipotesi, nemmeno quella del delitto commesso dal figlio delle vittima.

Si dovrà scoprire se la coppia di anziani sia stata uccisa e poi avvolta nella plastica oppure se la morte sia avvenuta per soffocamento.

Un’altra tragedia consumatasi tra le mura domestiche. Teatro del duplice delitto un appartamento nel quartiere Santa Lucia di Viterbo. Gli anziani vivevano da molto tempo in quella casa e lì hanno trovato la morte. Ad ucciderli, forse, è stato proprio il figlio.

Secondo una prima ricostruzione, la figlia di Gianfranco e Rosa avrebbe cercato di mettersi in contatto con i genitori. Non riuscendoci, aveva chiamato il fratello. Questo sarebbe stato molto vago. Avrebbe parlato alla donna di un presunto ricovero dei genitori in una casa di cura, senza indicarne la via e il luogo. La figlia degli anziani, allora, ha subito chiamato la Polizia.

Figlio della coppia di anziani ricercato

Polizia e carabinieri sono alla ricerca del figlio 44enne degli anziani morti a Viterbo. Potrebbe essere lui, infatti, il killer.

La pm Chiara Capezzuto coordina le indagini. Emanuele Fieno, 44 anni, è un ultrà della Viterbese e, nelle ultime ore, ha fatto perdere le sue tracce. Gli investigatori ritengono che sia stato proprio lui ad uccidere Gianfranco e Rosa. Ma perché?

Si torna a parlare di anziani e decessi sospetti a Viterbo. In una casa di cura del capoluogo laziale sarebbero morti 8 anziani in circostanze sospette. La Procura ha aperto un’inchiesta e gli investigatori hanno eseguito accertamenti capillari che, lo scorso mese, hanno portato ai primi arresti.

Titolare della casa di cura ‘Il Fiordaliso’ arrestato

Finiti in carcere, lo scorso mese, sia il titolare della casa di cura ‘Il Fiordaliso’ che i due figli. Le manette erano scattate anche per due medici.

loading...

Le persone finite in carcere dovranno rispondere di appropriazione indebita, abbandono di incapace aggravato, somministrazione di farmaci scaduti e falso.

Per gli inquirenti, dietro alla morte di 8 pazienti ci sarebbe la condotta aberrante dei soggetti arrestati a novembre. Per il pm, pazienti con disturbi psichiatrici avrebbero mai potuto soggiornare in quella struttura, ovvero un ex hotel privo di ogni autorizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *