Eminem e le cause del suo odio verso gli altri rapper

By | 3 aprile 2014

In un’intervista il rapper Eminem spiega i motivi del suo disprezzo verso gli altri rapper

Il rapper Eminem, all’anagrafe Marshall Bruce Mathers III, non è di sicuro un carattere semplice da gestire. In carriera ha avuto scontri con molte personalità dello spettacolo e della politica, spesso eminemchiamate in causa nei testi dei suoi brani beffardi e satirici. Dal presidente Bush a Michael Jackson, fino ad arrivare a Christina Aguilera, Madonna e perfino sua madre, sono in molti ad essersi sentiti vilipesi dalla retorica di Slim Shady, l’alter ego musicale di Eminem.

Il 41enne rapper si era negli ultimi anni scagliato ferocemente contro alcuni suoi colleghi, in particolare Drake, Lil Wayne e Kanye West, da lui ritenuti privi di talento e colpevoli di avere ucciso il genere musicale di cui lui si considerava una divinità.
Aveva indirizzato le sua invettiva anche contro Lady Gaga, ma quello è un altro discorso e non ci risulta che abbia mai ritrattato le sue dichiarazioni.

Al contrario, nell’intervista di qualche giorno fa per l’emittente radiofonica Power 106, Eminem ha ammesso di avere esagerato nei suoi toni ma di averlo fatto in un periodo della sua vita particolarmente buio.

“Ci sono stati momenti nella mia vita in cui non mi sentivo felice e soddisfatto di me. In fondo io penso di non stare bene con me stesso.”
Ha dichiarato alla radio, riferendosi a un periodo buio nel quale si era trovato a lottare per uscire dal tunnel della droga, senza riuscire più a creare nulla di artisticamente valido.

“Mi sentivo così male per me e la musica che stavo creando. Ho sentito di essere diventato il mio principale nemico. I miei pensieri in quei momenti erano molto negativi, ma ripercorrendo con la mente quel periodo penso di non essere stato in me.”

Ha poi aggiunto Eminem, che aveva iniziato a scrivere dei testi volutamente irrispettosi nei confronti di Lil Wayne e Kanye West, testi però che non furono mai pubblicati.

Eminem, il cui successo è andato ben oltre il mondo del rap, avendo addirittura vinto un premio oscar nel 2003 per una delle sue canzoni (unico rapper ad aver avuto un simile riconoscimento), nei suoi testi non ha mai risparmiato le polemiche contro colleghi e categorie di persone. Secondo i detrattori più feroci di Slim Shady, alcune fra le sue canzoni avrebbero pesanti connotati razzisti, omofobi e misogini, accuse dalle quali Eminem si è sempre difeso, definendosi si un cattivo ragazzo ma non un discriminatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.