Animali

Encefalite da zecca: il contagio è indolore

Come evitare i morsi di zecche?Tra le diverse patologie trasmesse dalla zecca c’è anche l’encefalite. Il parassita non trasmette solo la malattia di Lyme ma anche la temibile encefalite. Anzi, sembra che quest’ultima patologia sia più diffusa della malattia di Lyme. Per evitarla però c’è un vaccino, arrivato in Italia nel 2006. L’encefalite da zecca, o memingoencefalite da zecche, è una patologia virale acuta che affligge il sistema nervoso centrale ed è causata da un arbovirus analogo a quello della Dengue o della febbre gialla.

Una malattia asintomatica

Il morso della zecca è pericoloso perché foriero di numerose malattie. A differenza della malattia di Lyme, l’encefalite da zecca è asintomatica. Il paziente, dunque, continua a condurre normalmente la sua vita, senza sapere di essere malato.

Nel 70% dei casi, i sintomi della malattia vengano trascurati, perché lievi; nel restante 30%, invece, la patologia si manifesta con spossatezza, mal di testa, mal di gola e febbre alta. Non sono esclusi dolori ai muscoli e alle ossa.

Nel casi più gravi,  l’encefalite da zecca può rivelarsi letale. La malattia colpisce in determinate zone, ovvero quelle in cui vivono animali selvatici o domestici come ovini e caprini.

Come evitare i morsi delle zecche?

Per evitare i morsi di zecche bisogna stare molto attenti in determinati luoghi, come ad esempio nei boschi. Preferire i sentieri battuti ed indossare pantaloni lunghi e chiusi alle caviglie anche d’estate.  Usare, inoltre, i repellenti.

Il corpo va sempre monitorato. Se si nota una zecca in qualche punto, bisogna subito rimuoverla con un paio di pinzette. Il parassita va ruotato ed estratto con molta attenzione, evitando che eventuali parti restino nella pelle; poi disinfettare l’area.

Chi teme di non riuscire ad estrarre la zecca deve recarsi da un medico o un veterinario, specialisti che sono in possesso dell’attrezzatura e dell’esperienza per eseguire l’operazione in modo efficace.

Negli ultimi 30 anni i casi di encefalite da zecca sono aumentati del 400%. Ciò è dovuto ai cambiamenti climatici. In Italia le zone più a rischio sono il Veneto, il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.