Ermal Meta e Fabrizio Moro trionfano a Sanremo 2018

By | 11 febbraio 2018

Sanremo-2018-il-trionfo-di-Moro-e-MetaI trionfatori tra i big della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro, con il brano ‘Non mi avete fatto niente’. Una canzone che nei giorni scorsi aveva superato anche la bufera plagio. Procella superata alla grande perché la stessa Rai ha riconosciuto l’originalità di ‘Non mi avete fatto niente’. Meta e Moro primi, dunque. In seconda e terza posizione si sono classificati gli Stato Sociale e Annalisa. Una vittoria annunciata quella di Moro e Meta. I bookmakers li indicavano come vincitori e così è stato. Per una volta i pronostici non sono stati disattesi dai fatti.

Fabrizio Moro: ‘Dedico la vittoria a mio figlio’

Dopo la premiazione, Fabrizio Moro ha detto sul palco dell’Ariston: ‘Undici anni fa dedicai la vittoria tra le Nuove Proposte con Pensa a mio padre, oggi dedico la vittoria a mio figlio, che sta a casa: ciao Libero’. Ermal Meta, invece, ha evidenziato la sua ‘emozione indescrivibile’, dedicando il trionfo alla sua casa discografica, la Mescal, perché ‘ha creduto in me, quando nessun altro lo faceva’.

Grande successo per Ermal Meta, che è tornato sul podio sanremese ancora una volta, dopo un anno, e per Fabrizio Moro, che vinse Sanremo Giovani con il brano ‘Pensa’.

Stato Sociale non ce l’ha fatta

loading...

Molti pensavano che l’edizione 2018 del Festival di Sanremo la vincesse lo Stato Sociale con ‘Una vita in vacanza’. La stesa band ha sperato fino all’ultimo ma si è dovuta inchinare alla ‘potenza’ di Fabrizio Moro ed Ermal Meta: ‘Era molto evidente a chiunque che Ermal e Fabrizio hanno un testo forte cantato da dio. Comunque il secondo posto va bene uguale siamo fenomeni lo stesso’.

Durante la conferenza stampa successiva alla vittoria, Moro e Meta si sono soffermati anche sul qui pro quo degli ultimi giorni sul presunto plagio: ‘Ci siamo rattristati, è normale, e ci siamo sentiti feriti. Siamo stati attaccati ingiustamente. Poi ci si parla, ci si guarda negli occhi e si chiarisce tutto. È andato tutto al suo posto. Siamo talmente felici che non c’e spazio per lo polemiche. Noi non abbiamo mai pensato ai pronostici’.

Vivissimi complimenti a Fabrizio Moro ed Ermal Meta. Una vittoria meritata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *