Sparla dell’ex marito davanti al figlio: multa di 30.000 euro

By | 19 ottobre 2016

E’ costato caro a una donna romana mettere in cattiva luce l’ex marito agli occhi del figlio

 

E’ costato caro a una donna sparlare dell’ex marito davanti al figlio. Il giudice l’ha condannata perché ha espresso il suo giudizio sfavorevole pubblicamente, non favorendo così la corretta crescita del minore.  Non solo, se la donna continuerà a mettere in cattiva luce il suo ex marito agli occhi del figlio, i giudici provvederanno anche a mutare le condizioni di affido.

Bigenitorialità è fondamentale

Una decisione importante quella presa dal tribunale civile di Roma, che fa giurisprudenza. La sentenza non fa altro che rimarcare il fatto che i minori devono essere tenuti alla larga dagli screzi tra ex coniugi. Una donna romana ha parlato male dell’ex dinanzi al figlio ed ora dovrà sborsare 30.000 euro. Non solo, la donna rischia di perdere l’affidamento se continuerà a sparlare dell’ex davanti al figlio. Una decisione, quella presa dai giudici della Capitale che rimarca il bisogno e l’importanza della bigenitorialità nella crescita dei bimbi. I 2 genitori, in sostanza, sono egualmente importanti nel percorso di crescita dei figli.

I genitori devono assolutamente garantire la serenità dei bimbi, quindi qualsiasi atteggiamento mirato a minare la reputazione dell’ex coniuge è deleterio per i piccoli. Non è la prima volta che una donna parla male dell’ex marito davanti al figlio ma è la prima volta che la giustizia prende una decisione in merito. Il magistrato capitolino ha voluto condannare duramente una donna che aveva più volte calunniato il marito in presenza del figlio. In questo modo, secondo la magistratura capitolina, è stata compromessa la bigenitorialità. Madre e padre hanno un ‘peso’ eguale per lo sviluppo psichico dei figli.

Madre romana potrebbe perdere l’affido del figlio

La mamma romana, se non vorrà perdere l’affidamento, non dovrà assolutamente più screditare l’ex partner in presenza del figlio. Ogni minore, infatti, necessita di avere un rapporto armonioso con entrambi i genitori. E’ inammissibile, perciò, che uno dei 2 genitori, o entrambi, mettano in cattiva luce l’ex partner agli occhi dei figli. 30.000 euro e il rischio di perdere l’affidamento del figlio. La mamma romana continuerà a parlare male dell’ex marito davanti al figlio?

Quando una coppia che ha figli minori si separa deve considerare che l’evento rischia di ripercuotersi negativamente sullo sviluppo psicologico dei minori. E’ probabile che non accada nulla, sia ben chiaro, ma i pericoli ci sono. Non sempre, quando due persone decidono di separarsi, i figli vengono tenuti alla larga dalla faccenda, specialmente quando la separazione arriva dopo molti anni di matrimonio. E’ stato riscontrato che la maggior parte di figli di persone separate accusa problemi come enuresi, aggressività, ansia e depressione. In caso di separazione e divorzio, dunque, le conseguenze negative ci sono specialmente se si hanno figli piccoli. Ricordiamo che la legge poggia sulla tutela dell’interesse del minore e sul principio di bigenitorialità, dunque i figli hanno il diritto a mantenere un rapporto solido con entrambi i genitori anche se il matrimonio finisce. Secondo gli esperti sarebbe sempre meglio far capire ai bimbi che loro non sono la causa della separazione dei genitori. Ovviamente, si deve usare un linguaggio idoneo ad essere compreso da bimbi piccoli. Questi hanno bisogno di essere tranquillizzati sul fatto che loro non sono la causa della separazione tra il papà e la mamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *