Cronaca

Fabrizio Frizzi è morto: grande uomo e conduttore televisivo

fabrizio-frizzi-malattia-morteIl mondo della televisione italiana piange la scomparsa di Fabrizio Frizzi, noto conduttore televisivo italiano. Ad annunciare la notizia della morte di Frizzi sono stati i suoi parenti con un comunicato. Carlotta (la moglie) Fabio (il fratello) e gli altri parenti hanno detto: ‘Grazie Fabrizio per tutto l’amore che ci hai donato’. Fabrizio Frizzi è morto all’ospedale Sant’Andrea di Roma per un’emorragia cerebrale.

La malattia

Ultimamente Frizzi aveva avuto problemi di salute. Lo scorso 23 ottobre era stato costretto ad interrompere una puntata de ‘L’Eredità’ per un malore, precisamente un’ischemia. Il conduttore, 60 anni, era stato subito ricoverato all’ospedale Umberto I di Roma e dimesso qualche giorno dopo. Nel corso di un’intervista, aveva confessato a Vincenzo Mollica: ‘L’Eredità è una gioia, fa bene anche al fisico. L’adrenalina sento che mi aiuta a stare meglio’. Fabrizio aveva compiuto 60 anni lo scorso 5 febbraio. Un giorno di gioia e serenità passato con amici e parenti. Il conduttore romano amava la tv e voleva continuare a svolgere il suo mestiere. In merito alla sua patologia, aveva affermato: ‘Se guarirò racconterò tutto nei dettagli, perché diventerò testimone della ricerca. Ora è la ricerca che mi sta aiutando’.

Fabrizio Frizzi: se ne va un pezzo di Rai

‘Con Fabrizio se ne va un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano’, recita una nota diffusa dalla Rai. E’ vero, Fabrizio Frizzi è stato l’anima della tv pubblica per molti anni. Il suo volto ‘pulito’e il suo atteggiamento garbato e rispettoso piacevano molto agli italiani. Fabrizio era molto di più di un conduttore. Era un amico, un confidente. Frizzi aveva combattuto strenuamente fino all’ultimo contro quella maledetta malattia che, alla fine, ha avuto la meglio. Fabrizio combatteva innanzitutto per Stella (la figlia, ndr) e la moglie Carlotta, sempre al suo fianco negli ultimi tempi.

Era tornato alla guida de ‘L’Eredità’ ma sapeva bene che la battaglia contro la malattia non era finita. ‘Sto combattendo, non è ancora finita. Ogni tanto, com’è normale, qualche momento di sconforto può esserci, ma l’affetto della famiglia, del pubblico e degli amici è una luce che illumina tutto. La vita è meravigliosa’, aveva detto Frizzi di recente. Senza nessun aiuto, senza padri e padroni, Fabrizio Frizzi si era fatto conoscere al grande pubblico grazie alla sua bravura e la sua faccia da bravo ragazzo. Prima del successo una lunga gavetta, partita dalla tv dei ragazzi ai trionfi del sabato sera.

Doppiatore di Toy Story e Cars

Sempre riservato e gentile, Fabrizio Frizzi ha mantenuto un basso profilo riguardo alla sua vita privata. Dopo il fallimento del matrimonio con Rita Dalla Chiesa, aveva sposato Carlotta Mantovan, che lo ha fatto diventare papà di Stella, una bimba che amava più di ogni altra cosa al mondo. A proposito della figlia e dei bimbi, il conduttore aveva rivelato: ‘Con lei sono tornato bambino… con i bambini vedi il mondo in un altro modo’. Il presentatore romano non amava i paparazzi e i fotografi che si intromettevano nella sua vita privata.

Fabrizio è stato anche doppiatore di noti cartoni animati: ha messo in gioco la sua voce nei film d’animazione Toy Story e di Cars. Esperienze che non aveva mai dimenticato perché lo avevano avvicinato ai bambini. Addio Fabrizio e grazie di tutto!

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.