Cronaca

Facebook, attenzione all’avvenente donna che richiede l’amicizia

Facebook, il social network più famoso al mondo, nasconde molte insidie. Bisogna fare attenzione perché i rischi sono in agguato. Le richieste di amicizia non vanno accettate subito. Occorre valutare la situazione. Un’imbrogliona, ad esempio, è riuscita, dopo aver richiesto l’amicizia a un ignaro internauta, a incassare oltre 230.000 euro. La richiesta d’amicizia, l’accettazione, quattro chiacchiere, il rapporto che pian piano diventa più solido e, infine, la truffa. Occorre assolutamente non accettare la richiesta d’amicizia di un’avvenente donna.

L’imperativo è evitare la donna

I pericoli vengono anche da Facebook. Nello specifico, adesso la minaccia è rappresentata da una donna. Sembra che questa sia riuscita a farsi inviare tanto denaro (oltre 200.000 euro) da un quarantenne di Manchester. Sulla vicenda indaga la Polizia britannica. Intanto gli investigatori avvertono: ‘Se questa ragazza tenta di contattarvi sui social evitatela, oppure segnalatela alla Polizia’. La truffaldina aveva detto al 43enne britannico di vivere in Sudafrica e di trovarsi in pessime condizioni economiche. L’uomo le aveva creduto. Alla fine la donna ha ricevuto la bellezza di 230.000 euro tramite un bonifico bancario. Ovviamente, dopo aver incassato la somma, la truffatrice si è volatilizzata. Sarebbero tre i nomi con cui la donna si è presentata agli utenti Facebook che ha raggirato: Martha Cameron, Christy Dunn e Miranda Stinson.

La richiesta di foto hot per il ricatto

Attenzione dunque alla piacente donna che vi chiede l’amicizia su Facebook. E’ una truffa bella e buona. Un tentativo per portarvi via molti soldi. Se graziose donne o avvenenti uomini richiedono la vostra amicizia ma voi non siete vip, artisti, cantanti o personaggi del mondo dello spettacolo dovete assolutamente riflettere prima accettare: dietro potrebbe esserci una truffa. L’obiettivo di tali imbroglioni è ottenere la vostra fiducia ed iniziare a chattare con voi. A un certo punto, magari durante una sessione di chat, vi chiederanno foto ‘spinte’ per poi ricattarvi. Non spedite assolutamente le vostre immagini a soggetti che non conoscete! Di solito, i profili fake sono corredati da poche informazioni e immagini. Ovviamente, lo status sentimentale dell’utente è sempre ‘single’. Gli esperti informatici sottolineano che dietro ai falsi profili su Facebook ci sono delle vere organizzazioni criminali che cercano di lucrare alle spalle di chi cerca di fare nuove amicizie, trovare il compagno o la compagna della sua vita, o iniziare una relazione extraconiugale. Scoprire chi idea tali progetti fraudolenti non è facile. In Italia, ma anche in altre nazioni, molti ricattati hanno sporto denuncia, pur sapendo che sarebbero stati attaccati duramente, e magari lasciati, dai rispettivi partner; altri, invece, hanno sborsato molto denaro, cedendo così ai ricatti di cinici e avidi soggetti. Massima attenzione, dunque, su Facebook ed altri social.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.