Febbre alta improvvisa: Luciano muore in ospedale

By | 20 gennaio 2018

Febbre alta: Luciano deceduto dopo il ricovero in ospedaleQuella febbre alta e improvvisa non diminuiva. Luciano Martinelli, 48enne di Agropoli, era stato colpito, forse, da una forma aggressiva di influenza. I parenti avevano deciso di portarlo all’ospedale. I medici, dopo averlo visitato, ne avevano disposto il trasferimento al reparto di Medicina. Dopo un giorno e una notte, il cuore di Luciano ha smesso di battere. I familiari del 48enne non riescono ancora a capire come possa essere accaduta una cosa del genere. Ora vogliono fare chiarezza sul caso e, per questo, hanno sporto denuncia ai carabinieri.

Sintomi influenzali

loading...

L’influenza, quest’anno particolarmente aggressiva, sta mettendo a letto molti italiani in questi giorni. Molte persone, quando la febbre non cala e i sintomi sono intollerabili, si recano negli ospedali.

Luciano aveva i tipici sintomi influenzali, che però non erano svaniti con le cure prescritte dal medico. I parenti avevano deciso di portarlo in ospedale.

Martinelli è morto misteriosamente dopo un ricovero durato poche ore. E’ possibile morire così? Se lo chiedono i parenti, che reclamano certezze, non supposizioni. Dopo la denuncia, il magistrato di turno ha ordinato il sequestro della cartella clinica del 48enne.

Morire per una febbre alta

Si attende l’esito dell’esame autoptico per avere qualche informazione in più sul decesso di Luciano Martinelli, detto Lucio. Attualmente la salma si trova nella sala mortuaria del presidio sanitario di Agropoli (Salerno).

Tre anni fa, a Napoli, venne stroncato da una febbre alta Luigi Ruotolo, 42 anni. L’uomo accusò anche forti dolori muscolari e articolari. Per gli operatori del 118 però aveva una febbre normale. Non era così. Le condizioni di Luigi peggiorarono e, dopo un ricovero d’urgenza all’ospedale, spirò. Anche i familiari di Luigi presentarono una denuncia ai carabinieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *