Fibrosi cistica ha ucciso ‘Dani’, piccola grande ‘combattente’

By | 27 ottobre 2017

Fibrosi cistica ha ucciso 17enne italiana: la 'combattente' DaniHa lottato fino alla fine la sua battaglia contro la fibrosi cistica. Dani ha perso. E’ stata travolta da quella brutta malattia. I suoi parenti e tutti i suoi amici non riescono ancora a credere che non ci sia più. Daniela Copes, per tutti ‘Dani’, era originaria di Verceio ma viveva a Dubino. Una ragazza solare nonostante la tremenda patologia che l’assillava da sempre. La Valchiavenna e la Valtellina sono in lutto per quella ragazza semplice e forte che, da sempre, aveva parlato della sua malattia sui social. Ed è proprio su Facebook che, nelle ultime ore, sono stati postati moltissimi messaggi di cordoglio per la dipartita della 17enne. Molti ragazzi le hanno mandato un ultimo bacio. Questo uno dei messaggi più commoventi e splendidi postati sulla sua bacheca: ‘Sei e sarai sempre un esempio per tutti noi. Proprio per questo, per me, hai vinto tu’. E’ vero, Daniela ha vinto, sebbene non sia più su questa terra. Ha vinto perché la sua esperienza spronerà tutte le persone che si troveranno nella sua stessa condizione a combattere.

Il cuore di Dani ha smesso di battere

Tutti pensavano che Dani ce l’avesse fatta, invece il suo cuore ha improvvisamente smesso di battere. A marzo la 17enne aveva ricevuto una bellissima notizia: per lei erano disponibili 2 polmoni, quindi c’era la prospettiva di una vita normale. Dopo 7 mesi il baratro. Gioia trasformata in disperazione.

Lo scorso aprile, Daniela aveva scritto sui social: “Ciao mi chiamo Daniela ed ho 16 anni. Sono nata il 10 luglio del 2000 e quel giorno mamma, papà e mia sorella erano davvero felici. Solo pochi giorni dopo, però, il mondo gli è crollato addosso perché si sono sentiti dire ‘Daniela ha una malattia genetica rara, la fibrosi cistica’. Pochi secondi e la loro vita è cambiata per sempre. Fino a 14 anni tutto andava come doveva, questa malattia è sempre stata cattiva e mi costringeva a fare almeno un ricovero all’anno, prendere la solita marea di pastiglie e fare tutta la fisioterapia necessaria, ma non mi pesava molto”.

L’anno determinante nella vita di Dani è stato il 2016, quando gli hanno parlato di trapianto bipolmonare. Non è stato semplice accettare per lei. Si tratta di un’operazione complessa. Nonostante i timori, la ragazza aveva accettato, era entrata nella lista e, finalmente, l’11 aprile 2017 era stata sottoposta al delicato intervento chirurgico; quello che, almeno in teoria, avrebbe dovuto salvarla. Quando si parla di fibrosi cistica non si può mai esultare. Dani credeva di aver vinto. In effetti è lei la ‘vincitrice morale’ di questa battaglia.

I sintomi della fibrosi cistica

La fibrosi cistica ha stroncato un’altra persona, una persona giovane. I sintomi della terribile malattia sono differenti, come la tosse insistente, spesso accompagnata da catarro e sangue. Non sono escluse infezioni polmonari  e difficoltà respiratorie. Anzi, sono proprio quest’ultime tra i sintomi più diffusi, specialmente tra i giovani.

Gli adolescenti affetti da fibrosi cistica possono avere problemi di crescita e difficoltà nello svolgimento degli esercizi fisici. Come accade per altre patologie, anche per la fibrosi cistica è decisiva la diagnosi precoce: solo così si può iniziare anzitempo un efficace percorso terapeutico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *