Finlandese stuprata nel centro di Roma da bengalese: ‘Ho avuto paura di morire’

By | 11 settembre 2017

Roma, bengalese violenta turista finlandese in pieno centroUn altro episodio nauseante e grave a Roma, in pieno centro. La scorsa settimana, precisamente nella notte tra venerdì e sabato, una turista finlandese è stata stuprata da un bengalese 22enne con permesso di soggiorno. La giovane, dopo aver passato una serata con le amiche, in un pub nelle vicinanze della stazione Termini, aveva accettato l’invito del bengalese di portarla a casa. Non doveva, poiché l’uomo, improvvisamente, aveva iniziato a palpeggiarla finendo poi per violentarla. Il bengalese aveva invitato a salire sulla sua auto anche un’amica della finlandese, ma la ragazza aveva declinato l’invito. L’immigrato, in Italia con permesso di soggiorno per motivi umanitari, è stato arrestato. Si era mantenuto svolgendo vari lavori a Roma. La finlandese si era messa a piangere alla vista dei poliziotti, dopo lo stupro, e poi, dandosi coraggio, aveva detto: ‘Mi diceva se ti muovi o provi a scappare t’ammazzo, mi minacciava con una grossa pietra. Ho avuto paura di morire, è stato terribile’.

La condanna di Virginia Raggi

Ennesimo episodio che dimostra quanto a Roma la sicurezza sia latitante e quanto, i migranti, siano poco controllati. E’ inammissibile accogliere e difendere stupratori. L’Italia è aperta e accogliente ma non accetta episodi simili a quello avvenuto lo scorso fine settimana a Roma. La vicenda ha scosso anche la sindaca della Capitale, Virginia Raggi, che ha scritto su Twitter: ‘Vicina alla ragazza finlandese aggredita nei pressi della stazione Termini. Roma non accetta alcun tipo di violenza’.

Troppi femminicidi, negli ultimi mesi a Roma. Nei giorni scorsi, per poco una turista non veniva stuprata da un migrante a Colle Oppio, nelle vicinanze del Colosseo. A salvarla era stata un passante, che subito aveva chiamato la Polizia. Ala finlandese, invece, non è andata bene. Nessuno l’ha notata durante le violenze. Solo alla fine, quando tutto era finito, la ventenne aveva trovato la forza di chiamare la Polizia e raccontare quello che aveva subito. Il bengalese, dopo alcune indagini, è stato rintracciato nel ristorante dove lavora, a Piazza Fiume.

Salvini pretende castrazione chimica per il bengalese

La Procura di Roma ha chiesto al gip di convalidare l’arresto dell’uomo, che deve rispondere di violenza sessuale e rapina. Sì perché il bengalese non aveva solo violentato la finlandese ma le aveva sottratto anche la borsa contenente 40 euro. L’episodio non può che suscitare rabbia e indignazione. Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, ha scritto su Facebook: ‘In attesa di pagarci la pensione, il povero profugo stuprava. Sono troppi, ne manderò a casa un bel po’! Si attende ferma condanna boldriniana… P.s. Castrazione chimica, e non lo farà più’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.