Finlandia, Turku come Barcellona: urla ‘Allah Akbar’ e uccide

By | 18 agosto 2017

Finlandia, terrorismo a TurkuIl terrorismo incalza in Europa. Dopo poche ore dall’attacco terroristico a Barcellona, costato la vita a 14 persone, si  verificato un episodio simile a Turku, cittadina della Finlandia. Un uomo ha urlato ‘Allah Akbar’ e si è messo a sferrare coltellate alle persone. Il bilancio parla di 2 morti e almeno otto feriti, trasferiti subito in ospedale. Il terrorista sarebbe stato raggiunto da diversi colpi alla gamba, sparati dai poliziotti subito accorsi sul posto. Il dramma è avvenuto verso le 16. La Polizia finlandese ha riferito che ancora non si sa se l’uomo abbia gridato ‘Allah Akbar’ in arabo. Tra i feriti c’è anche una donna che stava passeggiando con il figlioletto sul passeggino. Due persone sono state subito sottoposte a interventi chirurgici. Il terribile attacco terroristico arriva poche ore dopo la mattanza sulla Rambla, a Barcellona. La paura ha preso nuovamente il sopravvento in Europa. Il terrore nella società occidentale, sempre e comunque: è questo l’obiettivo degli estremisti islamici.

Attacco in una città tranquilla e pacifica

Scossone tragico nella tranquilla Turku, città finlandese che non conta molti abitanti. Il terrorismo è arrivato anche in Finlandia, tra l’altro dopo poche ore da un altro tragico attacco terroristico, quello di Barcellona, dove un furgone ha travolto e ucciso 14 persone. In un comunicato pubblicato sul sito web del Governo finlandese si legge: ‘Oggi, 18 agosto 2017, diverse persone sono state pugnalate a Turku. Non è chiaro se l’attentatore sia ancora in azione o sia stato fermato. La Polizia ha invitato la gente a tenersi alla larga dal centro della città. Cittadini e turisti sono invitati a consultare continuamente i media locali e chiedere informazioni alle autorità locali. Gli attacchi terroristici in Finlandia non possono essere esclusi. La maggior parte delle visite nella nazione non sono compromesse’.

loading...

La Finlandia è notoriamente un Paese pacifico ma i servizi segreti, lo scorso giugno, avevano innalzato il livello di sicurezza. Avevano appreso la sussistenza di progetti terroristici nella nazione. A quanto pare, l’intelligence finlandese non sbagliava. L’attacco terroristico c’è stato, ed ha spiazzato tutti perché è arrivato successivamente a un altro drammatico attacco in Europa.

Polizia finlandese non fornisce informazioni sulle vittime

Secondo le ultime informazioni, ovviamente incomplete, i poliziotti finlandesi avrebbero bloccato gli attentatori e sequestrato i coltelli. Gli agenti si sono rifiutati di fornire informazioni sulle vittime, limitandosi ad affermare che gli 8 feriti sono stati subito condotti in ospedale. Paula Risikko, ministro dell’Interno finlandese, ha confermato che un paio di feriti sono stati subito operati.

Sarà senza dubbio una notte agitata, quella che sta per iniziare, a Turku e in Finlandia. Sulle strade sono già dispiegati moltissimi poliziotti. Le indagini sono solo iniziate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *