Firenze, Lungarno sprofonda agli Uffizi

By | 20 novembre 2016

Le piogge incessanti degli ultimi mesi hanno creato seri problemi anche a Firenze. Intanto è notizia delle ultime ore quella della chiusura del Lungarno Anna Maria Luisa de’ Medici, dinanzi agli Uffizi, per un avvallamento. I vigili del fuoco sono arrivati subito sul posto per esaminare lo stato del manto stradale. Non ci sarebbero problemi di stabilità ma di sicurezza.

I lavori dovevano iniziare a fine mese ma verranno anticipati

Sembra che molti punti del Lungarno dinanzi agli Uffizi rappresentino un’insidia per gli automobilisti. Molte pietre si sono deteriorate. Il Comune di Firenze ha spiegato che in tale zona era già stato programmato un intervento migliorativo. I lavori dovevano iniziare a fine novembre ma, visto lo sprofondamento verificatosi davanti agli Uffizi, verranno anticipati. Il Lungarno Anna Maria Luisa de’ Medici verrà chiuso per un mese. Gli automobilisti autorizzati al transito nel Lungarno Diaz potranno sfruttare il tratto Lungarno Torrigiani – via dei Bardi – Borgo San Jacopo – Lungarno Guicciardini. Il Comune di Firenze ha anche tranquillizzato i cittadini sulle condutture di Publiacqua: non c’è nessuna problematica.

Il tratto resterà chiuso per un mese

Nel lastrico della carreggiata davanti alla Galleria degli Uffizi si è formato un grosso avvallamento, quindi è necessario intervenire. Il tratto resterà chiuso per un mese. Molte pietre sono scollegate e sprofondate. Nonostante ciò, le condutture di Publiacqua non sarebbero lesionate. Nelle ultime ore è arrivato sul posto, per verificare lo stato del lungarno nei pressi degli Uffizi, anche l’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti. La zona doveva essere sottoposta a manutenzione a fine mese ma le piogge dei giorni scorsi hanno fatto abbassare il sottofondo. Si è formato così una sorta di scalino che può rappresentare un serio pericolo per gli automobilisti. La chiusura immediata del tratto è stata perciò doverosa. Domani mattina ci sarà un ulteriore esame della zona da parte dei tecnici.

Segnalazione arrivata da un commerciante

Ieri, verso le 14.40, un commerciante ha chiamato subito i vigili urbani perché aveva notato un abbassamento di un tratto del Lungarno, nei pressi della Galleria degli Uffizi. La strada, effettivamente, versava in pessime condizioni già da un po’ di tempo e per questo era già stato varato un programma di manutenzione, che sarebbe dovuto partire a fine mese. Oltre ai vigili urbani, sul luogo dell’avvallamento sono arrivati anche i vigili del fuoco e il personale di Publiacqua. L’abbassamento del sottofondo, a quanto pare, è di diversi centimetri.

Il problema che, da anni riguarda, il Lungarno Anna Maria Luisa de’ Medici ha determinato anche infiltrazioni d’acqua nella sede dei Canottieri di Firenze, situata nelle vicinanze. Stefano Giorgetti ha parlato di ‘pericolo accentuato per la sicurezza di auto e ciclomotori’, precisando che è fuori luogo ogni paragone con il caso del Lungarno Torrigiani.

Dai primi giorni di novembre ad oggi, il maltempo ha provocato problemi e disagi a Firenze e ai fiorentini. Diversi punti del Lungarno sono stati chiusi più volte per ovvie ragioni di sicurezza. Nel fiume toscano è caduta anche una vettura, poi recuperata dai vigili del fuoco. A causa delle copiose piogge, l’Arno negli ultimi giorni ha raggiunto un’altezza di circa 4 metri in numerosi punti, come il tratto davanti  agli Uffizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.