Forlì, pestata a sangue perché troppo occidentale: denunciati parenti

By | 21 novembre 2014

E’ stata presa a calci e pugni dai suoi parenti e poi segregata in bagno perché il suo comportamento è stato considerato troppo occidentale. E’ successo a Forlì.

Ora una ragazzina marocchina di 15 anni si trova in una struttura per minori, assistita dal personale dei servizi sociali ma fino a poco tempo fa era vessata ed umiliata dai suoi parenti, che non accettavano il fatto che si comportasse come tutti gli occidentali.

La 15enne è stata trasportata in ospedale per un trauma cranico e lesioni a spalle, costole e viso provocate da pugni e schiaffi dati dal padre e i due fratelli. I parenti della giovane sono stati denunciati per lesioni aggravate e maltrattamenti.

I poliziotti sono stati allertati dalla stessa ragazzina, in Italia da molti anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.