Cronaca

Forza Nuova, Ursino legato e picchiato a Palermo

Forza-Nuova-Palermo-UrsinoPestaggio in piena regola nei confronti di Massimiliano Ursino, il dirigente provinciale di Forza Nuova, partito di estrema destra. Massimiliano sarebbe stato attorniato da 6 persone col viso coperto e, dopo essere stato legato mani e piedi, è stato picchiato brutalmente sotto gli occhi della gente. E’ accaduto in via Dante, a Palermo. Le 6 persone avrebbero usato del nastro adesivo da imballo per legare mani e piedi del responsabile di Forza Nuova.

Ursino aggredito da almeno 6 persone

Il responsabile provinciale di Forza nuova stava camminando, come sempre, per le vie di Palermo quando, all’improvviso, è stato assalito da almeno 6 persone. Un’aggressione violenta, secondo i testimoni. C’era anche una ragazza, complice degli aggressori, che riprendeva tutto col cellulare. Erano le 19 e i negozi erano ancora aperti. Un pestaggio sotto gli occhi di tanta gente.

Qualcuno ha chiamato il 118. Gli operatori sono arrivati immediatamente ed hanno condotto Ursino all’ospedale, dove il personale sanitario gli ha medicato una grande ferita alla testa, sanguinolenta, e numerosi lividi su tutto il corpo. Massimo Ursino è proprietario di un negozio di tatuaggi in via Marconi, non molto lontano dal luogo del pestaggio.

L’indignazione di Roberto Fiore

Sdegno di Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, che nelle ultime ore ha detto: ‘Dopo una campagna d’odio seminata dal Gruppo Espresso e seguita da tutta la sinistra inclusa Liberi e Uguali, si scatena l’odio comunista contro Forza Nuova. Invito tutti i militanti e tutti gli alleati di Italia agli italiani alla mobilitazione piena per evitare che la violenza comunista unita ai poteri forti soffochi la nostra voce’. Fiore sarà a Palermo sabato prossimo per un raduno.

A Palermo molti sono contrari al comizio di Forza Nuova a Palermo. Il Forum antirazzista della città siciliana aveva chiesto, mediante una lettera, al sindaco, prefetto e questore di proibire il raduno della formazione di estrema destra.

Il comunicato di Forza Nuova

Un recentemente comunicato di Forza Nuova recita: “Al di là del presunto ‘pericolo fascista’, questa campagna elettorale precedente all’aggressione di stasera è evidentemente contrassegnata dalla intimidazione costante, esercitata in forme diverse da sinistre istituzionali e centri sociali nei confronti di chi non la pensi come loro. A Palermo ieri sera, sotto casa di uno dei candidati di Forza Nuova alle politiche, ha stazionato per ore un gruppo di dieci persone armate. Non vogliamo un ritorno al clima degli anni ’70/’80, ma non è nostro costume tirarci indietro se è questo che si vuole: l’importante è che si rispettino proporzioni numeriche onorevoli”.

Orlando conosce chi ha pestato Ursino: parola di Provenzale

Giuseppe Provenzale, militante di Forza Nuova, dice di sapere chi ha pestato Ursino e, secondo lui, lo sa anche il primo cittadino Orlando. Poco prima del pestaggio, Forza Nuova aveva manifestato la sua preoccupazione con una nota: ‘A Palermo dopo gli attacchi incendiari avvenuti nel febbraio dello scorso anno, sempre ai danni di Forza Nuova, e la recente irruzione armata ai danni della sede di un’associazione d’area, si sta verificando un allarmante e unilaterale tentativo di alzare il livello dello scontro, a pochi giorni dall’arrivo in città di Roberto Fiore, che non può essere ignorato’.

Ursino, in passato, è stato protagonista di alcuni episodi di violenza di stampo razzista. 12 anni fa, il responsabile provinciale di FN e due complici (anche loro di Forza Nuova) rapinarono e picchiarono con le spranghe due bengalesi, dinanzi al teatro Massimo di Palermo.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.