Frane Selak, l’uomo più fortunato del mondo

By | 3 maggio 2014

Frane Selak è l’uomo più fortunato del mondo? O forse il più sfortunato?

Frane Selak (foto), un insegnante di musica di 85 anni ora in pensione, è secondo alcuni l’uomo più fortunato del frane selakmondo. Secondo altri, al contrario, potrebbe essere l’uomo più sfortunato del mondo. La sua incredibile storia (già comunque conosciuta) è riapparsa oggi nelle più blasonate testate online internazionali, raccontata per la prima volta in un divertente cartone animato.

Uomo più fortunato del mondo o uomo più sfortunato?

Per prima cosa è lecito chiedersi il motivo di questa discordanza.
Semplice, perché Selak è sopravvissuto miracolosamente a circa 8 incidenti mortali. E sa da un lato sopravvivere come un vero e proprio Highlander a situazioni spiacevoli e drammatiche può considerarsi un gran colpo di fortuna, dall’altro trovarsi così spesso faccia a faccia con il tristo mietitore è un’esperienza che ti segna e ti fa vivere senz’altro più timoroso per tutto il resto della tua vita(anche se ormai questo signore e l’uomo con la falce probabilmente si daranno del tu).

“Io non mi sento fortunato ad essere riuscito a scampare a questi incidenti, mi sento sfortunato ad esserci finito sempre in mezzo”
Ha dichiarato Selak in un’intervista di qualche anno fa.

Per farsi perdonare di una vita così adrenalinica, la dea bendata ha premiato Selak mettendogli fra le mani il biglietto della lotteria vincente, che ha fruttato al fortunato pensionato – ora ci sentiamo di dirlo – 600.000 sterline, una cifra con la quale l’uomo ha acquistato un’isola privata dove poter trascorrere gli ultimi anni della sua vita, al riparo da insidie e avversità di ogni tipo: sempre ammesso che un aereo fuori rotta non si vada a schiantare sulla sua nuova casa.

Ma vediamo nell’ordine gli incidenti a cui è sopravvissuto l’uomo più fortunato del mondo:
Nel 1962 il treno da Sarajevo diretto a Dubrovnik sul quale viaggiava deraglia su un fiume ghiacciato. 17 persone muoiono nell’incidente, Frane Selak riesce a lottare contro l’ipotermia e se la cava con un braccio rotto e diversi lividi.
Nel 1963 Selak prende il suo primo e ultimo aereo, che tanto per non farci mancare nulla ovviamente precipita al suolo. Muoiono 20 persone, ma non il nostro eroe: una porta difettosa si apre, facendolo cadere in un pagliaio e consentendogli di scampare alla morte.

Nei successivi decenni Selak è riuscito a sopravvivere a:
-un incidente d’autobus
-due esplosioni di automobili con lui alla guida
-un autobus che lo investe

L’episodio finale della sua carriera di uomo più fortunato del mondo ha avuto luogo nel 1996, quando al volante della sua auto sbandò, finendo dritto dritto in uno alto strapiombo. Questa volta non ci sarebbe stato nulla da fare, ma evidentemente non era ancora giunta la sua ora: grazie ad un colpo di fortuna e anche a un pizzico di abilità, Frane Selak è riuscito ad aggrapparsi ad un albero sulla parete rocciosa e a mettersi in salvo.

La vittoria alla lotteria giunge a coronamento di un’esistenza piena di rischi, da fare invidia al più intrepido James Bond. E no, non è stato vittima di un arresto cardiaco alla proclamazione del biglietto vincente, in un finale a dir poco beffardo.
This & That visuals ha realizzato ieri un cartone animato su Youtube che racconta la gesta di questo eroe:

Certo, su tutta la vicenda sorgono dubbi più che leciti: se è vero che le maggiori testate hanno reso pubblica questa incredibile storia, nessuna di esse ha però riportato, ad esempio, alcun riferimento sul volo aereo schiantatosi nel 1963. L’unica informazione reperita parlava di un volo nazionale croato costato la vita ad alcuni passeggeri, ma molti utenti hanno già smentito la voce.

Insomma, c’è qualche ombra dunque sul suo titolo di uomo più fortunato del mondo, ma ad ogni modo semmai dovessi trovarmi a viaggiare in aereo con Frane Selak probabilmente non ci penserei su due volte a regalare il mio biglietto a qualcun’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.