Fulminata dall’iPhone 6 nel sonno: melafonino era in carica

By | 20 novembre 2017

Un’adolescente ha perso la vita mentre caricava il suo iPhone 6. E’ accaduto in Vietnam. Secondo i media locali Le Thi Xoan è stata trovata incosciente dai suoi genitori con l’apparecchio bianco della Apple al suo fianco. I poliziotti hanno affermato di aver trovato nel letto della 14enne diversi cavi danneggiati. Probabilmente il caricabatterie iPhone non era originale, quindi prodotto dalla Apple. Il padre e la madre della studentessa folgorata sul suo letto hanno subito chiamato gli operatori sanitari. Questi e i medici dell’ospedale non hanno però potuto fare nulla. La 14enne è morta poco dopo il ricovero nell’ospedale vietnamita. Il capo Tran Anh Son ha detto che la ragazza è stata ricoverata in ospedale dopo essere stata scoperta dai suoi genitori. Gli inquirenti pensano che Le Thi Xoan sia stata fulminata dopo essersi appoggiata sul suo melafonino. Sul letto sono state scoperte molte bruciature. Il noto tabloid britannico The Independent ha cercato di mettersi in contatto con Apple per ottenere informazioni sull’accaduto ma finora non è arrivato nessun commento.

Cavo bruciato sul letto

Ennesima tragedia che vede protagonista un apparecchio della Apple. La Polizia del distretto vietnamita di Hoan Kiem ha riferito di aver trovato il cavo bianco bruciato sul letto della minorenne. Gli agenti sostengono che una piccola spaccatura del rivestimento in gomma del cavo potrebbe averla esposta ai fili.

Secondo gli inquirenti, la 14enne avrebbe messo in carica il suo iPhone 6, posandolo posando sul letto prima di andare a dormire. Faceva così ogni notte.

Attualmente non si esclude nessuna ipotesi sulla morte della studentessa
vietnamita, anche se la più accreditata è quella del contatto col cavo rotto, che poi l’ha folgorata. Il cavo è stato sequestrato dagli investigatori ed ora è oggetto di esami accurati. Si deve scoprire se è un un cavo di ricarica originale Apple o non autentico.

Yahoo News ha riportato che attorno cavo c’era un po’ di nastro trasparente. Ciò fa pensare che la ragazza abbia cercato di riparare l’apparecchio.

Le scosse elettriche dovute agli apparecchi e ai caricabatterie

Purtroppo si sono già sentite storie di persone fulminate dai loro smartphone o dai cavi per caricarli. TIME, all’inizio di quest’anno, aveva riportato la storia di un uomo dell’Alabama (USA) che aveva preso una forte scossa elettrica mentre dormiva con il suo iPhone nel suo letto. L’americano era stato subito portato in ospedale, con ustioni di secondo e terzo grado, ma era riuscito a salvarsi.

Quattro anni fa, una 23enne dello Xinjiang, regione occidentale della Cina, venne stroncata da una scarica elettrica mentre parlava al suo iPhone 5, che era in carica. Apple assicurò che avrebbe fatto luce sulla tragedia, senza dire se fosse un caso isolato.

Questi episodi non devono certamente far allontanare dagli iPhone e dagli altri device mobile Apple. Bisogna solo fare attenzione ad usarli. Per esempio, non si dovrebbero utilizzare in bagno.

Un uomo britannico, lo scorso marzo, era stato fulminato mentre faceva il bagno nella vasca. Gli investigatori avevano scoperto che Richard Bull aveva realizzato una prolunga per ricaricare il suo iPhone anche in bagno. Richard sarebbe stato folgorato mentre aveva il caricabatterie sul suo petto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *