Gardaland, bimba cade dalla giostra e batte la testa

By | 27 dicembre 2016

Brutto incidente nel celebre parco giochi Gardaland. Una bimba di 6 anni è caduta dalla giostra delle tazze del caffè. Sembra che la ragazzina sia stata scaraventata da una delle tazze. La madre, quando la piccola è caduta per terra, ha iniziato a gridare. Subito è intervenuto il medico del celebre parco divertimenti italiano.

Attimi di panico a Gardaland nel giorno di Santo Stefano

Tanta paura a Gardaland nella giornata di Santo Stefano. Una delle tazze dell’attrazione ha scaraventato la bimba per terra. Alla scena ha assistito a mamma della minorenne che, immediatamente, ha iniziato ad urlare. Il personale sanitario ha condotto la piccola in ospedale per accertamenti. I carabinieri hanno informato la magistratura della vicenda e l’attrazione è stata chiusa. Si dovrà accertare la ragione per cui la bimba è caduta improvvisamente dalla tazza di una delle giostre più famose e antiche di Gardaland.  Secondo le ultime informazioni, la bimba è in prognosi riservata. Dopo la brusca caduta avrebbe perso conoscenza per un po’ ma successivamente si è ripresa.

Sull’incidente a Gardaland indaga la Procura di Verona

La bambina è stata trasportata dapprima all’ospedale di Bussolengo e di lì a quello di Borgo Trento (Verona). Le indagini sono condotte dai carabinieri di Peschiera del Garda e dagli esperti dello Spisal. Finora non sono state accertate avarie dell’attrazione o deficit sotto il profilo della sicurezza. La Procura di Verona ha aperto un’inchiesta ma ancora l’attrazione non è stata sequestrata. Si deciderà nei prossimi giorni se sottoporre a sequestro o meno tale giostra. La piccola era arrivata a Gardaland assieme alla sua famiglia e, prima di lasciare il parco divertimenti, aveva deciso di farsi un giro sull’attrazione Kaffeetassen. La scelta gli è costata cara.

Gli addetti alla giostra hanno fermato le tazze solo quando la mamma della bimba ha iniziato ad urlare. Immediato l’intervento del medico del parco divertimenti e il successivo trasporto in ospedale. Le forze dell’ordine stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente avvalendosi anche delle testimonianze di chi ha assistito alla scena. Secondo il regolamento dell’attrazione, i bimbi di età inferiore agli 8 anni devono essere accompagnati da un adulto.

E’ vicino alla famiglia della bimba il CEO di Gardaland, Aldo Mario Vigevani, che si è detto amareggiato per l’incidente. L’amministratore delegato spera che la piccola possa guarire al più presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *