Gatto morde donna e le trasmette sindrome letale

By | 26 luglio 2017

Gatto morde 50enne giapponese: la morte dopo 10 giorniMorire per il morso di un gatto. Il caso deve essere ancora accertato, quindi non si sa una donna giapponese sia morta effettivamente per il morso del piccolo felino, ma in Giappone non si parla d’altro. Una cinquantenne nipponica, l’anno scorso, si era presa cura di un gatto randagio e malato. Questo, un bel giorno, le aveva dato un morso. La donna, dopo una decina di giorni, aveva iniziato a sentirsi male. Poi la morte. Un caso strano e misterioso quello avvenuto in Giappone. Sarebbe la prima volta che una persona muore dopo il morso di un gatto. Il Ministero della Sanità giapponese ritiene che probabilmente il felino aveva trasmesso alla donna una sindrome fatale provocata solitamente da un virus derivante dalle zecche. La giapponese deceduta, però, non aveva segni di punture di zecche sul corpo, quindi è probabile che la patologia fosse stata veicolata dal micio. A cagionare il decesso della donna è stata la Sfts (Severe fever with thrombocytopenia syndrome).

Morso del felino: psicosi in Giappone

Sebbene le autorità giapponesi non abbiano ancora confermato che la morte della cinquantenne sia stata causata dal morso del felino, in Giappone è già psicosi. Si teme che un semplice morso di un felino possa trasmettere una sindrome letale. Ovviamente, le autorità sanitarie nipponiche cercano di allontanare l’allarmismo nella popolazione perché non ci sono prove certe del nesso tra morte e morso del gatto. Un’agenzia di servizi giapponesi di sanità ha rivelato all’agenzia AFP: ‘Non c’è ancora prova della trasmissione da uomo a uomo; del resto non è stato ancora confermato che il virus è stato trasmesso dal gatto. E’ possibile tuttavia che sia il primo caso’.

I media giapponesi hanno reso noto che la patologia che ha stroncato la signora giapponese aveva colpito per la prima volta in Giappone nel 2013. Il Ministero della Salute nipponico ha dichiarato che casi come quello dell’anno scorso sono ancora rari ma è meglio che le persone debilitate o che hanno problemi di salute facciano attenzione quando vengono a contatto con gli animali.

Gatti: le patologie che possono trasmettere

Tra gli animali domestici, i gatti sono senza dubbio quelli più puliti. Anche loro, però, possono trasmettere patologie all’uomo, anche gravi, come la Toxoplasmosi. E’ bene, perciò, evitare di ritrovarsi in situazioni angoscianti a causa di disturbi, sindromi o parassiti trasmessi dai piccoli felini. La signora giapponese non sapeva certo che il morso di quel gatto le sarebbe costato la vita. Moltissime persone, nel mondo, sono allergiche ai peli del gatto. Secondo recenti studi, il 15% delle persone che popolano il mondo è allergico a una proteina presente nel pelo e nella saliva del gatto. I sintomi dell’allergia sono generalmente, asma, prurito e congiuntivite. Lo choc anafilattico non è raro. Non esiste una terapia vera e propria contro l’allergia al gatto. Di solito, chi ne soffre ricorre al cortisone o agli antistaminici che, però, possono avere effetti collaterali spiacevoli.

loading...

Chi possiede un gatto sa bene che a tali animali piace spesso dare morsi. Di solito il morso del gatto causa danni ma, se il felino è portatore del batterio Pasteurella multocida, si può provare tanto dolore; inoltre la zona del morso potrebbe gonfiarsi. Se il gatto morde è bene lavare la ferita con sapone antibatterico e acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *