Gatto spedito per sbaglio: 8 giorni in una scatola, disidratato ma salvo

By | 28 marzo 2016

Cupcake: Gatto inviato per sbaglioAi gatti, si sa, piace schiacciare pisolini in posti ristretti, specialmente nelle scatole. Sta facendo il giro del mondo la storia di Cupcake, un micio spedito per sbaglio dai suoi proprietari a un amico

 

loading...

 

 

Destinatario pacco a 260 miglia di distanza

I proprietari di Cupcake, che vivono a Cornwall, in Gran Bretagna, non avrebbero mai pensato che il loro micio sarebbe stato così silenzioso e veloce da intrufolarsi in quella scatola contenente alcuni dvd da inviare a un amico. Ebbene, nessuno si è accorto della presenza del gatto nello scatolone, che è stato spedito nel  West Essex. Neppure il postino ha scoperto l’animale nel pacco. Strano ma vero. Alla fine, ad accorgersi del micio è stato il destinatario del pacco. Il micio era stanco e disidratato ma in condizioni di salute non gravi. Pensate che l’animale ha passato 8 giorni chiuso in una scatola, visto che il destinatario vive a 260 miglia di distanza dal luogo dell’invio!

L’amico dei proprietari di Cupcake ha subito allertato la Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals. I volontari di tale associazione si sono immediatamente messi in contatto, grazie al microchip, con Julie Baggot, la proprietaria del micio, che ha detto:

“L’abbiamo cercato dappertutto”.

Julie Baggot disperata: volantini per ritrovare Cupcake

La Baggot, per ritrovare il suo amico a quattro zampe, aveva affisso volantini in numerosi punti, vicino alla sua residenza in Cornovaglia, sperando che qualcuno glielo riportasse. Niente. Dopo una settimana, però, ha ricevuto la splendida notizia: Cupcake si trovava a 260 miglia di distanza ma stava bene. Il Grove Lodge Veterinary Hospital ha pubblicato sul web l’incredibile storia del gatto della Cornovaglia:

“Chiunque vive con i gatti sa bene che i piccoli felini amano le scatole. Grande o piccola che sia, una scatola sul pavimento diventerà quasi sicuramente il rifugio del vostro gatto. Ogni sforzo per riprenderla sarà vano”.

Tutto è bene quel che finisce bene. Cupcake è miracolosamente sopravvissuto: ha consumato una delle sue sette vite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *