Gay lanciato da edificio e lapidato: cruenta esecuzione dell’Isis

By | 10 dicembre 2014

Brutta notizia per la comunità gay mondiale. In molti paesi, purtroppo, essere omosessuale rappresenta una sorta di patologia. I gay, dunque, devono nascondersi ed evitare di rivelare il loro orientamento sessuale. Tutto ciò testimonia solo l’arretratezza culturale di molte nazioni. E’ indubbio. La libertà è sacra come il pane.

Tremendo episodio, nelle ultime ore, in Siria. I miliziani dell’Isis hanno gettato un gay da un tetto; poi, l’hanno finito mediante lapidazione.

La notizia della cruenta uccisione è stata resa nota dagli stessi miliziani dello Stato Islamico, che hanno divulgato sul web le foto del lancio al tetto e della seguente lapidazione.

L’uccisione, avvenuta in una zona al confine tra Siria e Iraq, sarebbe stata l’effetto di una sentenza del locale tribunale islamico, secondo cui l’uomo gay doveva essere lanciato dal punto più alto della città e successivamente ucciso con le pietre.

Dalle immagini diffuse sul web si nota l’uomo che viene lanciato dall’edificio e poi lapidato senza nessuna remora, con una crudeltà inumana. Gli attivisti dell’Isis hanno spesso ucciso persone omosessuali. Circa un mese fa, ad esempio, due ragazzi sono stati lapidati in Siria perché avrebbero avuto ‘rapporti intimi’ con persone dello stesso sesso.

Trucidate mediante lapidazione anche molte donne adultere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.