Germania, esplosione in un ristorante di Ansbach: attentatore morto

By | 25 luglio 2016

La Germania è ancora teatro, a distanza di poche ore dalla strage di Monaco, di un episodio luttuoso. In un ristorante di Ansbach è scoppiato un ordigno. L’attentatore è morto e 12 persone sono rimaste ferite: 3 versano in gravi condizioni.

Attentato durante festival musicale

loading...

A poche ore dall’attentato in un centro commerciale di Monaco di Baviera, il popolo tedesco si è trovato di fronte a un altro terribile episodio. Un profugo siriano ha piazzato un ordigno in un ristorante di Ansabach. Il botto è stato forte ed ha causato la morte dello stesso attentatore. Una dozzina di feriti sono stati subito trasportati in ospedale. Tutto è avvenuto mentre si svolgeva un festival musicale. E’ probabile che l’attentatore mirasse proprio a questo. Il profugo siriano aveva 27 anni e si era visto, recentemente, respingere la richiesta di asilo. Sembra, inoltre, che avesse tentato il suicidio più volte.

Secondo le autorità bavaresi, non si sa se l’attentatore siriano abbia voluto togliersi la vita o uccidere molta gente. Vero è che anteriormente alla deflagrazione nel ristorante di Ansbach, il profugo aveva cercato di partecipare al festival musicale. Non avendo il biglietto, però, era stato fermato dagli addetti alla sicurezza.

Joachim Herrmann, ministro dell’Interno bavarese, non ha escluso l’attentato di stampo islamico. Dovranno essere effettuate indagini accurate e ricostruire la dinamica dell’episodio. Nei pressi del ristorante di Ansbach è stato ritrovato un cellulare, appartenente verosimilmente all’attentatore.

Terrore ad Ansbach: area evacuata

L’esplosione ad Ansbach ha generato panico e fuggi fuggi generale. Tutta la zona circostante al ristorante è stata evacuata. Sono arrivati poliziotti, vigili del fuoco ed elicotteri, che hanno presidiato l’area dall’alto. Un’altra giornata da dimenticare in Germania. L’allerta sicurezza nella nazione è molto elevata. Ieri, prima dell’esplosione ad Ansbach, un profugo siriano ha ucciso una donna a colpi di machete ed ha ferito due persone. Il terribile episodio è avvenuto a Reutlingen.

Il ministro dell’Interno bavarese si è detto scioccato per l’esplosione avvenuta ad Ansbach. Hermann ha sottolineato che in Germania si abusa troppo della “protezione garantita ai richiedenti asilo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *