Gianna Nannini: pansessuale e senza due falangi, una vita ribelle

By | 17 settembre 2017

La 'pansessuale' Gianna Nannini farà uscire il nuovo album a ottobreManca poco all’uscita del nuovo disco di Gianna Nannini. ‘Amore gigante’, come ha rivelato la stessa rocker italiana, uscirà il prossimo 27 ottobre 2017. Un album di inediti che arriva a 4 anni da ‘Inno’. L’artista senese è certamente una delle maggiori cantautrici italiani. Non ha mai perso smalto, anzi col passar del tempo la sua popolarità è cresciuta. Tutto ciò grazie alla sua bravura, al suo carisma e al suo dinamismo. Tutto si può dire, infatti, eccetto che la Nannini sia una persona indolente. La cantante senese si è sempre rimboccata le maniche ed ha centrato sempre i suoi obiettivi. Interessante l’intervista che Gianna ha rilasciato nelle ultime ore al Corriere della Sera, durante la quale non ha parlato solo della sua nuova opera, di cui è già uscito il singolo ‘Fenomenale’ ma anche della sua intensa vita, piena di episodi belli e meno belli. Come molti altri personaggi famosi, non fu semplice, per Gianna, emergere e diventare famosa. Dovette sudare abbastanza.

L’incidente nella pasticceria Nannini di Siena

I fan lo sapranno certamente, altri no. Da giovane, Gianna Nannini, lavorò nella pasticceria dei genitori, a Siena. Un periodo non molto elettrizzante per l’artista per un brutto incidente. Un giorno si tagliò le falangi del dito medio e dell’anulare. Urlò così tanto che la voce le diventò roca. Gianna imputa la prima bocciatura al Conservatorio a tale infelice episodio: ‘Al pianoforte le scale venivano un po’ zoppicanti. Ridiedi l’esame con due piccole protesi di plastica e le unghie finte: lo passai’. L’incidente nella storia pasticceria Nannini di Siena traumatizzò così tanto Gianna che lasciò la sua città e si recò a Milano, centro a cui deve il suo successo. Riuscì a vivere nel capoluogo lombardo anche grazie ai soldi dell’assicurazione, presi dopo il brutto incidente nella pasticceria dei genitori. Milano ed abnegazione furono i fattori che permisero alla giovane Nannini di sfondare nel mondo della musica. Di di quei tempi, Gianna ha ricordato: ‘Andavo alla Ricordi alle 7 del mattino, quando non c’era nessuno per esercitarmi al piano’.

Mara Maionchi e il primo contratto

A far balzare Gianna Nannini nell’alveo dei cantautori più affermati d’Italia fu anche, e soprattutto, Mara Maionchi, nota talent scout musicale che ha scoperto, tra gli altri, Tiziano Ferro e Mango. Per Gianna, Mara è ‘una grande talent scout, oltre che una donna simpaticissima. Le suonai le mie prime canzoni al piano. Si commosse e mi fece il primo contratto, per la Numero Uno, la casa di Battisti’.

Una carriera piena di emozioni e successi, insomma, quella di Gianna Nannini. E la vita privata? Oggi la rocker è mamma di Penelope ed ha una moglie, Carla. La 61enne si dice anarchica, quindi contraria al matrimonio ma sottolinea di essere stata costretta a convolare a nozze con Carla per tutelare Penelope.

L’artista senese dunque è attratta solo dalle donne? Certamente no: ‘Ho amato uomini e donne, sono pansessuale. Per me l’amore è consonanza di spirito, che è molto più importante del sesso’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *