Curiosità

Giappone green: più colonnine per auto elettriche che benzinai

giappone-vetture-elettriche-colonnineIl Giappone si conferma una nazione green e rispettosa dell’ambiente. Per la prima volta il numero delle colonnine per la ricarica di vetture elettriche supera quello dei distributori di carburante. A suffragare la rivincita dell’elettrico è stato Bloomberg, che ha riportato dati diffusi dalla Nissan. In Giappone ci sono 40mila colonnine per auto elettriche a fronte di 34mila distributori di carburante. In Italia, purtroppo, la situazione è diversa.

La rivoluzione di Nissan e Toyota

I giapponesi vogliono rispettare l’ambiente e il pianeta, e mandano in pensione benzina, diesel ed altri carburanti responsabili dell’emissione di CO2 nell’atmosfera. Colonnine per la ricarica delle auto elettriche e distributori di carburante, in Giappone, sono diversi da quelli occidentali. Per la ricarica di un’auto elettrica, inoltre, ci vogliono ancora, nella migliore delle ipotesi, una ventina di minuti.

Nissan e Toyota hanno sempre creduto nella rivoluzione dell’elettrico e, da anni ormai, producono veicoli ibridi. Le autorità nipponiche, allora, hanno seguito l’esempio dei due costruttori, sollecitando la gente a ‘convertirsi’ all’elettrico. Ecco allora lo straordinario sorpasso.

Giappone esempio di nazione rispettosa dell’ambiente

Tra le nazioni più green al mondo c’è sicuramente il Giappone. Persino negli Usa ci sono ancora più benzinai che colonnine per la ricarica di veicoli elettrici (115mila pompe di carburante a fronte di 9mila stazioni di ricarica). Occorre precisare però che il Governo giapponese esorta la popolazione, da diversi anni, all’acquisto di veicoli elettrici mediante incentivi. I giapponesi non ignorano i proclami dell’Esecutivo e acquistano i veicoli elettrici. Tutto ciò ha portato risultati positivi.

Solamente in Giappone sono state realizzate 6.500 colonnine per la ricarica veloce. Nell’Ue ce ne sono 3mila e negli Usa neanche 2mila. In Italia il numero delle colonnine è ancor più basso perché ancora vengono venduti pochi veicoli elettrici. Sulle strade del Bel Paese circolano solo 10mila auto elettriche.

Veicoli elettrici diventeranno più economici

Bloomberg New Energy Finance dice che entro il 2040 potrebbero essere vendute oltre 41 milioni di auto elettriche. ‘Ci attendono ulteriori, grandi riduzioni dei prezzi delle batterie e nel corso degli anni 2020 nella maggior parte dei Paesi l’EV diventerà un’opzione più economica rispetto alle auto a benzina o diesel’, recita una relazione diffusa da Bloomberg New Energy Finance.

Il sondaggio condotto dalla Nissan parla chiaro: in Giappone ci sono più colonnine per la ricarica di veicoli elettrici che benzinai. Ciò significa che quando si tratta di veicoli elettrici, il Giappone è un passo avanti rispetto al resto del mondo. Nel Paese del Sol Levante ora ci sono più fermate di ricarica per auto elettriche che stazioni di servizio.

‘Un elemento importante della continua crescita del mercato è lo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica’, ha affermato Joseph G. Peter, chief finance officer di Nissan. I punti di ricarica aumentano in Giappone e i potenziali proprietari di veicoli elettrici non temono più il rischio di trovarsi lontano da casa e senza alcuna possibilità di ricaricare il proprio mezzo.

Sembra che diversi Paesi stiano seguendo l’esperienza giapponese, creando nuove infrastrutture per i veicoli elettrici. Sia Bmw che Tesla Motors hanno annunciato l’intenzione di realizzare tante colonnine di ricarica lungo le strade americane più trafficate. Solo un forte incremento dei punti di ricarica potrà incoraggiare anche i più scettici ad acquistare veicoli elettrici.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.