Grottaferrata: Centro di Riabilitazione degli Orrori, Disabili Picchiati e Segregati

By | 8 febbraio 2016

Roma, Centro Riabilitazione degli OrroriI carabinieri hanno scoperto un centro di riabilitazione psichiatrica lager a Grottaferrata, in provincia di Roma. 10 persone sono finite in manette

 

I militari hanno notato che i minori disabili ospiti della struttura ubicata nel paesino in provincia di Roma erano sottoposti ogni giorno ad offese, umiliazioni e torture dai dipendenti. A comprovare le angherie e le violenze ci sarebbero numerosi filmati.

loading...

Le vittime degli abusi erano tutti under 16, di cui 5 con meno di 14 anni. Dopo mesi di accertamenti, i carabinieri del Nas di Roma e quelli di Frascati hanno fatto irruzione nel Centro di riabilitazione ed hanno arrestato 10 persone. Ogni giorno i piccoli venivano offesi in tutti i modi, nonché presi a calci e pugni; molti venivano rinchiusi nelle stanze per ore ed ore; altri venivano terrorizzati. Scene da film horror a Grottaferrata. Quel centro di riabilitazione era una vera clinica degli orrori.

I dipendenti agivano indisturbati perché tutti i pazienti erano affetti da gravi patologie neuropsichiatriche e motorie, quindi incapaci di reagire. Le indagini sono iniziate dietro denuncia dell’azienda che gestisce la struttura, dopo aver constatato che molti pazienti minori venivano sottoposti ad angherie da parte del personale.

I carabinieri sono rimasti allibiti dopo aver svolto le indagini, supportate da intercettazioni audio e video. In quel centro di Grottaferrata c’era un vero clima di terrore. In manette sono finiti educatori professionali e un assistente socio-sanitario con funzioni educative. In prigione anche un educatore con l’accusa di sequestro di persona: aveva rinchiuso alcuni pazienti nelle stanze, senza permettergli di muoversi e uscire.

Le indagini, comunque, proseguono perché i giudici vogliono fare luce sulla posizione di altre persone che lavoravano nella struttura. Un’altra storia di sevizie e umiliazioni ai danni di persone indifese, in questo caso minori con gravi handicap psico-fisici. Anziani e minori, infatti, sono le vittime predilette di cinici e spregiudicati soggetti che svolgono il loro mestiere solo per denaro e non per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *