Guarisce dal cancro con un farmaco sperimentale, Bob Berry felice

By | 5 febbraio 2017

I medici gli avevano dato solo diciotto mesi di vita ma ora, un sessantenne inglese, è ancora in vita. Merito di un portentoso farmaco contro il cancro così nuovo che non si può neanche nominare. Bob Berry è tra le dodici persone, nel mondo, a cui è stato somministrato un sensazionale medicinale anti neoplasie. Bob era affetto da un tumore ai polmoni. I cicli di chemioterapia e radioterapia, però, erano stati vani. I medici si erano rassegnati, dicendo a Berry che sarebbe vissuto al massimo altri diciotto mesi.

Un terribile tumore ai polmoni

Un farmaco straordinario avrebbe salvato un sessantenne a cui era stato diagnosticato un terribile tumore ai polmoni. L’uomo è stato seguito da un’equipe di oncologi di Manchester e, alla fine, è guarito. Per la prima volta, un farmaco è stato usato congiuntamente all’immunoterapia: i risultati sono stati fantastici. Il paziente oncologico è guarito ed ora è tornato ad avere una vita normale. Il dottore che ha seguito Bob, Matthew Krebs, ha rivelato durante un’intervista rilasciata al Manchester Evening News: ‘La risposta di Bob, che ha partecipato alla sperimentazione, è stata fenomenale’.

Nessuna traccia di cancro nel corpo di Bob

Il signor Berr ha fatto parte del gruppo di pazienti oncologici sottoposti al trial relativo al nuovo farmaco contro il cancro. Ebbene, adesso nel corpo del sessantenne non ci sarebbe traccia di cancro. Il dottor Krebs ha aggiunto: ‘Dovremo monitorare spesso Bob per verificare se gli effetti del medicinale siano duraturi’. Il signor Berry si è congratulato con i medici per avergli consentito di vivere più a lungo ed esorta i pazienti oncologici a prendere in considerazione le sperimentazioni di nuovi medicinali contro le neoplasie.

Il miraggio di poter curare le neoplasie come un raffreddore

Forse un giorno il cancro si potrà debellare facilmente, come un raffreddore. Chissà? Certo i trial condotti in molte parti del mondo fanno ben sperare. Il signor Bob Berry è stato salvato da un medicinale nuovo contro il cancro. Magari tale farmaco servirà a salvare tante altre vite. Resta l’amaro in bocca, comunque, per tutta la gente che oggi, ieri e nei prossimi giorni morirà a causa del tumore. Bisogna lodare, comunque, gli scienziati che, ogni giorno, lavorano nei laboratori per cercare di contrastare le neoplasie senza il ricorso a trattamenti debilitanti come la chemioterapia.

loading...

Sembra che, nel mondo, si stiano sperimentando molti farmaci anti tumorali. Un team di studiosi britannici, ad esempio, crede che un mix di farmaci fondato sul Trastuzumab possa rimpicciolire e, addirittura, demolire nell’arco di un paio di settimane le neoplasie al seno del tipo ‘HER2 positivo’. Continuiamo a sperare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *