Hiv, ergastolo per untore Valentino Talluto: la richiesta del pm

By | 18 ottobre 2017

Aids, untore Talluto rischia carcere a vitaHa contagiato oltre 30 donne e merita l’ergastolo. Dura la posizione della pm che, nelle ultime ore, ha chiesto il carcere a vita per Valentino Talluto, l’uomo che, pur sapendo di essere affetto dall’Hiv, aveva consumato rapporti ‘intimi’ con molte donne. Pesante l’accusa rivolta al sieropositivo: epidemia dolosa e lesioni gravissime. Oltre all’ergastolo, la Procura ha chiesto l’isolamento diurno per 2 anni. Non avendo mai mostrato segni di pentimento, all’imputato, secondo la pm Elena Neri, ‘non possono essere concesse le attenuanti generiche’. ‘Talluto non ha mai collaborato, ha reso false dichiarazioni; il suo era un modo per seminare morte’, ha dichiarato la Neri durante la requisitoria. Il prossimo 25 ottobre 2017  i giudici si pronunceranno. Talluto rischia dunque di passare il resto dei suoi giorni in galera a causa della sua condotta degenere. Tra contagi diretti, indiretti e partner che non sono state infettate, i casi contestati a Valentino Talluto sono 57. L’uomo, consapevole della sua malattia, ha consumato rapporti ‘intimi’ senza prendere precauzioni e senza dire nulla alle partner.

Non avrebbe mai detto nulla alle partner

La pubblica accusa ha chiesto la massima pena per l’untore di Roma Valentino Talluto. Il suo comportamento è stato gravissimo. E’ stata richiesta una pena pesante perché grevi sono le accuse, ossia epidemia dolosa e lesioni gravissime. Valentino non diceva nulla alle partner del suo stato di salute. Le donne si fidavano, così, dell’untore.

Una delle tante vittime di Talluto, nei mesi scorsi, aveva rilasciato un’intervista al Corriere.it sulla storia con l’untore e su come aveva scoperto la sua sieropositività. La donna aveva fatto la scoperta shock grazie al pc, visto che Valentino portava il cellulare sempre con sé: ‘Con il pc era più distratto. Un giorno era rimasta una schermata aperta. C’era una chat e frasi irriferibili…’. La donna, insomma, era venuta a sapere che Valentino aveva altre storie. Alle altre però l’uomo non aveva mai confessato la sua sieropositività. Oggi l’ex partner di Talluto ha un’altra storia, con una donna, ed è molto felice nonostante la brutta malattia che le ha lasciato l’untore, che ora rischia l’ergastolo.

‘Sono un ragazzo con un cuore’

La Procura ha chiesto la massima pena per Talluto, l’untore, anche se a lui non piace essere definito untore. Qualche giorno fa, l’uomo aveva detto: ‘Vorrei sottolineare che sono una persona, un ragazzo con un cuore, perché molte volte non è stata sottolineata questa cosa e mi è stato dato solamente dell’untore. Ho dei sentimenti e ho l’Hiv ma non per questo sono diverso dalle altre persone presenti qui’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *