Cronaca

Hotel sporco a Roma, spagnolo invia lettera alla Raggi

Hotel lurido a Roma, turista spagnolo protestaAltra grana per la sindaca di Roma Virginia Raggi, anche se, stavolta, non ha colpe. Un turista spagnolo, in vacanza nella ‘città eterna’, è rimasto sconcertato dalle pessime condizioni igieniche ravvisate nell’hotel in cui ha dovuto soggiornare. La struttura ricettiva, tra l’altro, era priva di alcune autorizzazioni. Lo spagnolo ha quindi pensato di inviare una lettera alla Raggi per farle sapere che genere di alberghi ci sono nella città che amministra.  Dopo aver ricevuto la missiva, la sindaca di Roma ha subito contattato la Polizia Locale.

Hotel vicino alla Stazione Termini

L’hotel incriminato è a due passi dalla Stazione Termini. Gli agenti hanno effettivamente riscontrato notevoli carenze igieniche nella struttura e varie anomalie di tipo amministrativo. Il titolare della struttura avrebbe aumentato il numero dei posti letto senza chiedere alcuna autorizzazione. Inevitabile la multa di 27mila euro.

I poliziotti hanno accertato che nell’hotel vicino alla Stazione Termini erano stati creati altri 41 posti letto. Eppure nessuno aveva autorizzato tale incremento.

Il proprietario della struttura ricettiva di Roma non avrebbe mai comunicato al Dipartimento Risorse Economiche di Roma Capitale la somma del contributo di soggiorno intascato dal 2016, ovvero 143mila euro.

Segnalazione alla Asl

Adesso l’albergatore deve pagare una multa salata, pari a  27.333 euro. C’è stata anche una segnalazione alla Asl e al Dipartimento.

Hotel e affittacamere sporchi a Roma. Non è una novità. Sempre nei pressi della Stazione Termini, di recente, è stato posto sotto sequestro un affittacamere per forti deficit igienici. I locali, inoltre, si trovano sotto il livello della strada.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.