Cronaca

India, 13enne stuprata e messa incinta dal collega del padre

India, 13enne incinta: genitori ricorrono alla Corte Suprema per l'abortoI genitori di una 13enne indiana, stuprata e messa incinta da un conoscente adulto, chiedono adesso alla Corte Suprema l’autorizzazione all’interruzione della gravidanza. In India è ammesso abortire, infatti, entro la 20esima settimana di gravidanza, e solo se sussistono rischi per la salute della donna. La 13enne di Mumbai, però, è alla 30esima settimana di gestazione. Il padre e la madre della ragazzina avevano scoperto lo stato interessante della figlia quando l’avevano portata dal medico, perché credevano che fosse obesa. Quel ventre prominente non era dovuto al cibo ma conseguenza di uno stupro. La minorenne ha rivelato, infatti, di aver subito violenze da un collega del padre. The Indian Express ha riportato che lo stupratore della 13enne ha 20 anni ed è già finito in manette. L’uomo viveva vicino alla casa dei genitori della bimba.

Genitori pensavano che avesse problemi alla tiroide

Il dottore indiano Nikhil Datar ha dichiarato che la coppia di genitori gli aveva portato la figlia per un esame poiché pensavano che avesse problemi tiroidei. Secondo loro era ingrassata troppo negli ultimi tempi. Dopo una scansione, il medico aveva scoperto che la ragazzina non aveva nessun problema di salute: era semplicemente incinta. Il dottore aveva subito consigliato ai genitori, disperati, che sarebbe stato meglio interrompere la gravidanza perché avrebbe potuto creare seri problemi alla salute della 13enne. Il bacino di quest’ultima, infatti, non è ancora così sviluppato per portare a termine la gestazione.

Se la Corte Suprema indiana non consentirà alla 13enne di abortire, la minore subirà sicuramente traumi fisici e cerebrali, almeno stando al dottor Datar. Il corpo non può ancora ‘reggere’ una gravidanza. Il caso viene alla ribalta poco dopo la vicenda della bimba indiana di 10 anni, rimasta incinta dopo uno stupro, a cui non è stato permesso di abortire. Un tribunale ha detto ‘no’ perché la gravidanza è in uno stadio troppo avanzato.

Gli stupri in India: è ora di dire basta!

Mentre in India molti attendono la decisione della Corte Suprema sulla 13enne violentata, si torna a riflettere sui tanti stupri in India. In tale nazione vengono sottoposte a sevizie molte donne e bimbe. Sembra che in India sia normale stuprare. Perfino nelle pellicole di Bollywood gli uomini pedinano e violentano le donne con una leggerezza disarmante. Come mai le autorità non fanno nulla? Come mai non vengono introdotte pene dure per i cinici e crudeli stupratori di donne e bimbi? Il problema è che gli uomini indiani non accettano che il gentil sesso stia, pian piano, diventando sempre più indipendente e reagiscono violentemente al cambiamento.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.