India, bambina violentata a scuola: stupratore ha 4 anni

By | 23 novembre 2017

Episodio scioccante in India. Una bambina che frequenta l’asilo è stata violentata. A stuprarla non sarebbero stati, però, adulti o insegnanti ma un compagno di classe. Lo stupratore ha 4 anni. I genitori della piccola hanno subito denunciato il bimbo per violenza sessuale. La Polizia indiana non si è mai trovata a trattare un caso del genere, sebbene nel Paese, ogni giorno, vengano commessi tanti stupri e violenze. Per la prima volta, lo stupratore ha un’età prescolare. Sono stati proprio i poliziotti a raccontare la vicenda a numerosi tabloid locali. Il fatto si è registrato in un asilo nido di Nuova Delhi.

Forti dolori alle parti intime

Venerdì scorso, la bimba era tornata da scuola lamentando dolori lancinanti alle parti intime. Inizialmente la piccola non aveva detto ai genitori perché aveva quelle lesioni. La confessione era arrivata il giorno successivo.

La bambina si sarebbe trovata nel bagno dell’asilo insieme a un bambino. Questo le avrebbe dapprima sbottonato i pantaloni e poi, con una matita e le dita, l’avrebbe stuprata.

Il padre e la madre della minorenne avevano fatto esaminare la piccola dai medici. La visita aveva confermato le supposizioni. Qualcuno aveva commesso uno stupro perché la bimba aveva numerose lesioni agli organi genitali. Erano stati proprio i medici ad esortare i genitori a recarsi subito dai poliziotti per denunciare l’abuso.

Vista la minore età dello stupratore, gli investigatori indiani sono stati costretti a chiedere un parere a diversi esperti di diritto. Resta il fatto che ‘una trasgressione c’è stata e che esiste una vittima’. Giustizia deve essere fatta, anche se lo stupratore ha solo 4 anni.

Il comunicato della Polizia indiana

‘Un ragazzo di 4 anni e mezzo è stato accusato di stupro di una compagna di classe all’interno della classe e del bagno di una scuola privata a ovest di Delhi’, ha comunicato la Polizia indiana.

E’ stata la stessa minorenne a confessare, il giorno successivo agli abusi, che il compagno di classe aveva usato una matita appuntita e le dita per violentarla.

‘L’aggressione ha causato ferite nelle parti intime della bambina’, ha detto la madre.

Il vice commissario della Polizia ha spiegato che è stato registrato un caso di stupro ai sensi della legge sulla protezione dei minori da reati sessuali (POCSO), quindi l’aggressore va perseguito anche se ha 4 anni.

La madre pensava che fossero capricci

‘Il codice penale indiano (IPC) fornisce ai minori di 7 anni alcune protezioni contro i procedimenti giudiziari. Stiamo esaminando tali disposizioni anche se stiamo affrontando la questione con la massima sensibilità’, ha affermato nelle ultime ore Dependra Pathak, portavoce della Polizia di Nuova Delhi.

La madre della bambina stuprata ha detto ai poliziotti che la minore, venerdì scorso, accusava molto dolore al basso ventre.

Inizialmente la donna ignorava la piccola, pensando che fosse ‘uno dei suoi capricci’. Poi si era resa conto che non erano bizze.

Venerdì notte, la bambina si era messa a piangere per il dolore e la tristezza, confessando lo stupro subito alla madre.

‘Ha provato a respingerlo, ma non è riuscita a scappare. Gli altri bambini se n’erano andati. Non c’era nessuno in giro’, ha affermato la madre della piccola vittima di stupro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *