Cronaca

Isola Vicentina, moto cade e finisce sotto auto: centauro decapitato

Domenica tragica a Isola Vicentina, in provincia di Vicenza, dove due persone a bordo di una moto hanno perso la vita. Il mezzo su cui erano a bordo un 34enne e una 25enne è scivolato sull’asfalto ed è andato a finire sotto un’auto che viaggiava sulla corsia opposta. Lo schianto è stato inevitabile. La coppia è finita sotto l’auto. Una domenica drammatica a Isola Vicentina, in via Capiterlina. Secondo le prime indiscrezioni, l’uomo e la donna sulla moto si stavano dirigendo a Schio ma, all’improvviso, il 34enne ha perso il controllo  del mezzo a due ruote. La moto è finita direttamente sotto la vettura che si trovava sulla corsia opposta.

Quella di ieri, dunque, è stata una domenica di dolore a Isola Vicentina. Sulla via Capiterlina hanno perso la vita due persone. Perché quella moto è caduta? Sul posto sono accorsi subito gli operatori del 118, la Polizia stradale e i vigili del fuoco. La strada, ovviamente, è stata chiusa per compiere gli accertamenti e ricostruire la dinamica dell’episodio. Una terza auto è rimasta coinvolta nell’incidente in quanto colpita dalla ruota anteriore della moto, che si è staccata dal telaio dopo l’impatto con la macchina che transitava sulla corsia opposta.

I due centauri sono morti ieri pomeriggio dopo le 17: la moto, secondo i primi accertamenti, è sbandata ed è finita sotto l’auto. La coppia è morta sul colpo. Il centauro è stato decapitato mentre la 25enne è deceduta per le profonde ferite. Le vittime si chiamavano Luca Vajente e Lisa Costaganna e vivevano entrambi a Isola Vicentina. I vigili del fuoco e gli operatori sanitari, una volta arrivati, non hanno potuto fare altro che rimuovere dall’asfalto i cadaveri dei centauri di Isola Vicentina, piccolo centro in provincia di Vicenza.

Due centauri, due giovani, volevano farsi un giro domenicale in moto e invece hanno trovato la morte. Saranno gli investigatori a scoprire la causa della tragedia. L’ipotesi più accreditata, adesso, è l’alta velocità. Pare che la moto andasse a una velocità sostenuta quando è finita sotto l’auto. Luca Vajente è stato decapitato mentre la compagna è finita sotto le ruote dell’auto. Il conducente della vettura non ha potuto fare nulla per evitare la tragedia perché tutto è accaduto nel giro di pochi secondi.

Una giornata drammatica, quella di ieri, sulle strade italiane. Sulla A1, nei pressi di Crespellano, una moto è andata a schiantarsi contro un autoarticolato: i due centauri, un 30enne e una 23enne sono finiti sull’asfalto, esanimi. Il decesso dei due è stato constatato dagli agenti della Polizia stradale e dal personale del 118.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.