Istiga ragazzine allʼanoressia in rete: blogger denunciata

By | 27 novembre 2017

Storia incredibile quella di oggi che vede giovani ragazzine essere vittima in rete di una blogger ora denunciata: perchè le istiga all’anoressia!
Si, avete capito benissimo, ragazzine di 14 e 15 anni, essere convinte con l’inganno a seguire una particolare dieta, con un apporto massimo di appena 500 calorie al giorno. Ma andiamo a vedere tutti i dettagli di questa incredibile vicenda …

Ragazzine istigate all’anoressia

Una storia emersa grazie alla denuncia della mamma di una delle vittime, una giovanissima 15enne, assidua lettrice del blog “Pro Ana“, che accusava gravissimi disturbi alimentari! Una denuncia, che ha consentito l’avvio delle indagini del caso, da parte della Polizia.
“Pro Ana”, il blog in questione, si rivolgeva in particolare, proprio a ragazzine di 14 e 15 anni e le convinceva a seguire una dieta moltoparticolare”, con un apporto giornaliero massimo, di sole 500 calorie.
Un blog, “Pro Ana”, che oltre a fornire alle lettrici un piano alimentare, forniva anche molteplici consigli per rimediare ad un possibile eccesso calorico. Consigli tra cui ad esempio come riuscire a vomitare, con tanto di suggerimenti e metodi su come fare!

Le indagini della Polizia

A portare all’attenzione della Polizia la vicenda è stata una mamma di Ivrea, molto preoccupata perché la figlia 15enne continuava a perdere inspiegabilmente peso. Così, la donna si è rivolta alla polizia di Ivrea. Era il 2016.
La polizia di Ivrea ha così immediatamente aperto le indagini, affidate al sostituto procuratore di Ivrea, Lea Lamonaca. Dopo un duro lavoro di parecchi mesi, i poliziotti sono arrivati fino a Porto Recanati, all’autrice del blog “Pro Ana”.
La creatrice del blogPro Ana”, una 19enne di Porto Recanati, nella provincia di Macerata, anch’essa anoressica, è stata così denunciata per istigazione al suicidio e lesioni gravissime.

L’anoressia

Molte, anzi moltissime le giovani donne, spesso minori, che seguendo i consigli forniti dal blog “Pro Ana”, erano infatti spinte all’anoressia.
L’anoressia è uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare, per cui la persona coinvolta, si rifiuta di mangiare del cibo, per la morbosa paura di ingrassare.
La forte volontà del malato, di mantenersi sotto un peso normale, percepito come eccessivo, porta difatti una vera e propria repulsione nei confronti del cibo, che porta allo scatenarsi dei sintomi tipici dell’anoressia: peso sotto i limiti della normalità, magrezza, fragilità di unghie e capelli, amenorrea, eccetera.
Fortunatamente però questa terribile vicenda si è risolta per il meglio, grazie indagini partite dalla denuncia di una mamma di una 15enne di Ivrea, assidua lettrice del blog, che accusava gravi disturbi alimentari, che la avevano portata a un forte dimagrimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *