Cronaca

Jacob Thompson è morto: il piccolo aveva già festeggiato il Natale

Jacob Thompson è morto a 9 anni. La sua storia era diventata virale ed aveva commosso il mondo intero. Jacob era affetto da un male incurabile ed aveva passa quasi metà della sua breve vita a combatterlo. Alla fine il tumore ha vinto. Il minore che amava i pinguini è passato a miglior vita domenica scorsa. Quel maledetto neuroblastoma (rara neoplasia che sferza specialmente i bimbi piccoli), non gli ha lasciato scampo. I genitori avevano deciso di fargli festeggiare prima il Natale perché i medici avevano detto loro che Jacob aveva poco da vivere. Avevano ragione. Thompson amava il Natale e i genitori hanno fatto il possibile per farglielo vivere ancora una volta. L’ultima della sua breve esistenza. Papà e mamma avevano decorato la sua stanza d’ospedale con un albero, chiamando anche Babbo Natale. Tante persone avevano spedito al piccolo tanti regali e biglietti di auguri fatti in casa. Jacob amava tanto il biglietto.

Jacob in ospedale dall’11 ottobre scorso

Il piccolo Thompson e i suoi familiari hanno festeggiato il Natale il 12 novembre 2017. Dopo una settimana, Jacob è morto.

Il breve viaggio del piccolo Jacob in questo mondo è stato narrato nelle ultime ore, su Facebook, dal padre e dalla madre: ‘Ogni persona che ha inviato a Jacob una cartolina natalizia, un regalo, un messaggio o un video su Facebook o una preghiera ha fatto la differenza negli ultimi giorni della sua vita. Avete portato gioia a Jacob e ci avete portato tanto ottimismo per il futuro. Grazie per aver dedicato del tempo e per esservi interessati al viaggio del nostro dolce ragazzo. Purtroppo, ci sono molti altri come lui che speriamo continuerete ad aiutare’.

Jacob era stato ricoverato in ospedale, ancora una volta, l’11 ottobre scorso. La madre, Michelle Thompson Simard, aveva detto che il tumore del figlio era arrivato fino al suo cranio e a diverse ossa dell’orecchio interno. Piena di tumori anche l’anca. Le numerose sedute di chemioterapia e radioterapia non erano servite a nulla. Le speranze, man mano che passavano i giorni, si erano ridotte al lumicino.

Ai genitori del piccolo malato era stato detto che avrebbero dovuto passare più tempo con lui ed iniziare a pensare alla sua morte e, quindi, al suo funerale.

‘Nessuno pensa di dover fare questo tipo di pianificazione per un figlio e per questo motivo non abbiamo mai stipulato un’assicurazione sulla vita per lui’, aveva spiegato la madre deo bimbo.

Campagna GoFundMe per pagare i funerali

I genitori di Jacob sono stati costretti a lanciare la campagna GoFundMe, che ha permesso di raccogliere i soldi necessari per coprire i costi del funerale.

La signora Simard, prima della morte del figlioletto, aveva documentato la risposta di tante persone che avevano inviato cartoline di Natale e giocattoli per rendere memorabili le vacanze per Jacob. Lo scorso 1 novembre 2017 la signora aveva postato una foto che ritraeva Jacob con la sua prima cartolina di Natale, quella con un pinguino, l’animale preferito del bimbo.

La madre del piccolo Thompson aveva condiviso tantissime foto sui social, ritraenti giochi, libri e biglietti di Natale che il figlio aveva ricevuto ultimamente. L’attore Rob Lowe aveva inviato un video in cui salutava Jacob.

Ciao piccolo, riposa in pace.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.