La Spezia, psicosi meningite dopo il ricovero di un barman

By | 5 febbraio 2017

E’ emergenza meningite in Liguria? Presto per dirlo. Fatto sta che un barista 25enne di La Spezia è in gravi condizioni all’ospedale Sant’Andrea. Il giovane è stato portato all’ospedale spezzino venerdì scorso con i tipici sintomi della meningite. Nelle ultime ore, le condizioni del ragazzo, studente universitario, sono peggiorate. Il quadro clinico non è certamente rassicurante, almeno stando a quanto ha rivelato l’Asl 5, nelle ultime ore, mediante una nota.

Ottanta persone in fila per la profilassi

loading...

Il caso del barista ventenne colpito dalla meningite ha allarmato la comunità spezzina. Molte persone, nelle ultime ore, si sono sottoposte alla profilassi. Questa mattina, dinanzi all’ufficio igiene dell’Asl della Spezia c’erano un’ottantina di persone in fila. Eppure la terapia a base di antibiotici era stata prescritta a dodici persone! Tutto ciò dimostra che il ricovero del barista ventenne ha generato un certo panico nella cittadina ligure. Sia l’assessorato alla Sanità della Regione che l’Asl raccomandano di sottoporsi a profilassi a tutti quelli che hanno avuto contatti con lo studente spezzino, nonché agli habitué del bar dove lavora il paziente. Il locale, comunque, può essere frequentato normalmente. La psicosi di entrarvi sarebbe ingiustificata.

Gennaro è grave in Rianimazione

Tanti spezzini, circa trecento, hanno chiesto, ieri, di sottoporsi alla profilassi contro la meningite. Tale copiosa richiesta ha mandato letteralmente in tilt gli uffici e, in alcuni casi, le persone sono state costrette a recarsi in farmacia. Negli ultimi tempi, in Liguria sono stati accertati molti casi di meningite, anche se nessuno ha avuto mai risvolti tragici. Gennaro, il giovane barman che lavora in un locale della Spezia, intanto lotta tra la vita e la morte nel reparto di Rianimazione di un nosocomio ligure. Tutta colpa dell’infezione da meningococco. Il Murphy’s, locale dove lavora Gennaro, è aperto come sempre. Le autorità hanno invitato la popolazione a non temere. L’Asl 5 esorta alla profilassi tutti coloro che sono entrati nel pub spezzino tra il 23 e il 30 gennaio 2017.

Farmacie prese d’assalto

Ieri, le farmacie della Spezia sono state letteralmente assaltate da persone impaurite. In alcuni casi, è stato difficile reperire la cocirofloxacina da 500 milligrammi. I cittadini, impauriti, si sono riversati anche al Pronto soccorso. Una paranoia ingiustificata che ha portato lo stesso sindaco Massimo Federici a tranquillizzare la popolazione. ‘Non esiste alcun focolaio epidemico’, ha precisato il primo cittadino della cittadina ligure.

Sia l’assessore alla Sanità Viale che il governatore ligure Toti hanno affermato che non sussiste nessun allarme meningite. Come al solito, a far scatenare il panico sono stati i social. La notizia del ricovero del barman Gennaro, infatti, è finita subito in Rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *