Lago di Viverone, 14enne si tuffa e annega

By | 24 luglio 2017

Lago di Viverone, 14enne si tuffa e muore sotto gli occhi dell'amicoIl lago continua ad uccidere. L’altro giorno un 17enne originario dello Sri Lanka aveva perso la vita nelle acque del lago di Bracciano, in provincia di Roma; ora, un 14enne di origini marocchine ha fatto la stessa fine. Diversa la location, però. Il 14enne, secondo una prima ricostruzione, era insieme a un amico e, dopo essersi tuffato nelle acque del lago di Viverone, in Piemonte, è scomparso. A ritrovare il corpo del ragazzino è stato un vigile del fuoco fuori servizio. Una volta riportato a riva, il 14enne è stato sottoposto alle procedure rianimatorie del pompiere e del personale del 118. Niente. I medici dell’ospedale Regina Margherita di Torino, dove il giovane è stato trasportato in elicottero, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. La vittima delle acque del lago di Viverone viveva a Settimo Torinese coi suoi genitori, che tra l’altro ieri erano con lui, in riva al lago.

Lago di Viverone, dramma dopo pranzo

I carabinieri di Ivrea hanno già iniziato ad indagare sulla morte del 14enne morto ieri nel lago di Viverone. Il dramma è accaduto dopo pranzo. Un giovane ha raccontato agli investigatori che il 14enne si è tuffato in acqua e poi non si è più visto. Il suo corpo è stato riportato a riva da un pompiere fuori servizio che si stava rilassando al lago. Il minore è morto alle 16.30. Il tempestivo trasporto, mediante elisoccorso, al nosocomio Regina Margherita è stato vano. I medici non hanno potuto fare nulla. Il 14enne aveva incamerato probabilmente troppa acqua, che non gli ha lasciato scampo.

Ennesimo dramma in questa calda estate italiana, caratterizzata da poche piogge e grande carenza di acqua in molte regioni. Molte persone, in questi giorni, si stanno rilassando in splendide località. Gettonatissimi, come sempre, il mare, la montagna e la collina; sono molti, comunque, quelli che preferiscono trascorrere le vacanze al lago. Ieri, purtroppo, il lago di Viverone è stato teatro di una brutta tragedia. Il 14enne originario del Marocco si è tuffato ed è annegato. Tutto è accaduto sotto gli occhi dell’amico, in acqua con lui.

Bacino piemontese spesso teatro di tragedie

Il lago di Viverone si trova nella splendida cornice dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea, tra le province di Torino e Vercelli, e garantisce ai villeggianti vacanze riposanti, serene e sportive. Al lago di Viverone ci si può divertire molto ma bisogna sempre stare attenti. Le acque del lago possono rivelarsi veramente insidiose. Il lago di Viverone, purtroppo, è stato spesso teatro di tragedie. Era il 1994 quando si registrò un forte scontro tra un gommone e motoscafo. I due natanti si rincorrevano a gran velocità. Le persone che li stavano guidando si conoscevano, anzi erano amici. Sicuramente entrambi i natanti avevano oltrepassato la velocità massima consentita. Sul motoscafo e sul gommone c’erano molte persone, tra cui diversi minorenni. L’urto tra le due piccole imbarcazioni fu potente e costò la vita a 3 ragazzini torinesi e a una 40enne. 11 persone, invece, riportarono ferite. Una tragedia immane nelle ‘tranquille’ acque del lago di Viverone. Sono passati tanti anni da tale sciagura e ieri le acque del bacino piemontese hanno ucciso di nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.