Liberia, polizia spara su civili in quarantena

By | 21 agosto 2014

Scene di ordinaria follia in Liberia, paese colpito dall’Ebola, dove la polizia ha sparato su un gruppo di civili in quarantena

L’agenzia di stampa Reuters ha diffuso una notizia che richiama alla mente le scene agghiaccianti di film come “virus letale”; purtroppo però in questo caso è tutto reale.
quarantena
Nel tentativo di sedare una folla munita di sassi nel quartiere liberiano di West Point, attualmente in quarantena per l’epidemia d’Ebola, la polizia di Monrovia ha usato le armi da fuoco. Quattro civili sono stati feriti, un ragazzo è stato visto mentre si allontanava con la gamba lacerata.

L’intervento delle forze dell’ordine si è reso necessario per via delle insistenze da parte dei civili di oltrepassare le barriere imposte dalla quarantena. Dessaline Allison, portavoce dell’esercito ha dichiarato che i colpi sono stati sparati a vuoto e che nessun civile è stato colpito. Saranno i referti medici a stabilire se le ferite sono state inferte dai proiettili.

Alpha Barry, un residente di West Point padre di quattro figli, arrivato dalla Guinea, ha dichiarato ai giornali:
“Non abbiamo più cibo e siamo spaventati.”

Category: News Salute

About Pamela Tela

Scrivo news giornaliere scegliendo quelle più interessanti per i lettori, amante del cinema e dei libri. Mi piace leggere e a volte anche correre :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.