Liliane Bettencourt, ereditiera de L’Oréal, è morta

By | 21 settembre 2017

L'Orèal, morta Liliane Bettencourt21 settembre 2017 triste per il mondo della moda e dei cosmetici. Liliane Bettencourt, figlia del fondatore de L’Oréal è morta. Aveva 94 anni e, nel corso della sua esistenza, aveva consolidato l’egemonia dell’azienda che le aveva lasciato il padre. Liliane occupava la prima posizione nella classifica delle donne più ricche del mondo, stilata da Forbes lo scorso marzo. La vita di Liliane, classe 1922, non è stata sempre tutta rose e fiori. Un’infanzia difficile quella della giovane Liliane Schueller, che rimase orfana di madre in giovane età. Dopo un periodo passato presso i domenicani di Lione, venne educata e mantenuta esclusivamente dal padre, una figura fondamentale nella sua vita. Eugène Schueller fu un padre premuroso e attento, nonostante i numerosi impegni lavorativi. Qualche sconfitta la dovette subire anche lui ma seppe bene riprendersi, rialzare la testa e diventare più forte di prima. Eugène fondò quella che sarebbe diventata L’Oréal nel 1909, quando a Parigi Coco Chanel e Louise Brooks si divertivano a tagliare i capelli e cambiare il colore delle chiome delle donne.

L’avvicinamento alla L’Orèal della giovane Liliane

I prodotti di Eugène Schueller piacquero molto a Parigi e in Francia e, ben presto, popolarono i saloni di bellezza. Una bella soddisfazione per il papà di Liliane. L’azienda di quest’ultimo diventò famosissima, registrando fatturati da capogiro. La giovane Liliane non poteva non essere influenzata dalla potenza dell’azienda del papà, alla quale si avvicinò gradualmente. La famiglia Schueller divideva la sua vita tra il XVI arrondissement di Parigi e la faraonica villa dell’Arcouest, sulla costa settentrionale della Bretagna.

Le nozze con André Bettencourt

Liliane, a 27 anni, convolò a nozze con André Bettencourt, figlio di un borghese normanno, tradizionalista e cattolico. Il marito e il padre segnarono profondamente il carattere di Liliane. Il papà della Bettencourt venne criticato per aver finanziato due gruppi di estrema destra. Una figura poliedrica quella di Eugène Schueller, imprenditore affascinato dal nazionalismo tedesco ma, nel contempo, paladino dei diritti dei suoi dipendenti ebrei.

La Bettencourt disse di suo padre, nel corso di un’intervista: ‘Era un uomo speranzoso, patologicamente ottimista che non capiva la politica. Non era mai nella barca giusta’.

loading...

Prima di diventare una grande affarista, Liliane Bettencourt era ben nota nel mondo della politica per via dell’attivismo politico del marito. Eugène Schueller passò a miglior vita nel 1957 e la moglie Liliane dovette prendere le redini della L’Oréal. La donna seppe circondarsi delle persone giuste e riuscì a rafforzare l’azienda ereditata. Nel 1963 Liliane decise di far approdare la società in Borsa. Una scelta a dir poco azzeccata.

Negli ultimi anni, Liliane Bettencourt non aveva più ruoli operativi nell’azienda che aveva ereditata.

Ecco a voi le sette date più importanti nella vita della leader de L’Orèal:

  • 21 ottobre 1922 – nascita a Parigi
  • 1909 – fondazione della L’Auréale, che diventerà L’Oréal
  • 8 giugno 1950 – matrimonio con André Bettencourt
  • 1953 – nascita di Françoise, la sua unica figlia
  • 1958 – morte di Eugène Schueller, suo padre. Liliane Bettencourt prende in mano la L’Oréal
  • 2007 – morte di André Bettencourt
  • 21 settembre 2017 – morte di Liliane Bettencourt a Neuilly-sur -Seine

Liliane Bettencourt è deceduta la scorsa notte nella sua abitazione. Avrebbe compiuto 95 anni il prossimo 21 ottobre. A comunicare la triste notizia è stata la figlia, rimarcando la sua fiducia verso L’Orèal e il suo presidente Jean-Paul Agon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *