Londra, bimba cristiana costretta a vivere tra i musulmani

By | 28 agosto 2017

Bimba cristiana assegnata ad educatori musulmaniE’ sconcertante la storia che arriva da Londra, quella che da tutti viene definita ‘perla della civiltà’. Una bimba di 5 anni è stata costretta a vivere in due differenti famiglie musulmane, dove nessuno parla inglese. In tali ambienti si parla solo arabo e si detestano tutti i simboli cristiani, come le croci sui muri. E’ veramente strano che i servizi sociali londinesi abbiano sottratto la piccola alla famiglia d’origine per porla in contesti musulmani. Sono ormai 6 mesi che va avanti questa storia. Un rapporto delle autorità locali evidenzia il timore della piccola di tornare in quelle famiglie. A un assistente sociale avrebbe detto: ‘Non parlano inglese’. La piccola visita regolarmente i genitori naturali. Un giorno la mamma le voleva consegnare il suo piatto preferito, gli spaghetti alla carbonara, ma lei è stata costretta a rifiutarlo perché i musulmani vietano il consumo di pancetta. Se fosse tornata a casa con quel cibo, lo avrebbero sicuramente buttato.

Il Natale e la Pasqua sono stupidi

loading...

The Times ha rivelato che la bimba cristiana avrebbe detto a un’assistente sociale che i musulmani con cui vive da 6 mesi hanno proferito frasi del tipo ‘il Natale e la Pasqua sono stupidi’ e ‘le donne europee sono stupide e alcolizzate’. La bimba è desolata anche perché quelle persone hanno tolto il crocifisso dalla parete ed hanno iniziato ad insegnarle l’arabo. La madre naturale della bimba cristiana è sconcertata dal contesto in cui la figlia è stata inserita. Un amico della donna ha confessato a un tabloid locale: ‘Questa è una ragazzina bianca di 5 anni, nata in questo paese, parla inglese, ama il calcio, ha un passaporto britannico ed è stata battezzata in una chiesa. Ha già subito il forte trauma dell’allontanamento dalla famiglia naturale ed ora necessita di un ambiente sicuro e tranquillo. Invece è rinchiusa in un mondo in cui tutto è strano e ignoto. E’ spaventoso, tutto ciò, per un bimbo’.

Educatori imparziali?

Adesso la bimba inglese e cristiana vive in una famiglia musulmana e osservante. Le donne portano il burka quando escono. In Italia, in Inghilterra, nel mondo molti bimbi vengono sottratti alle famiglie originarie dai servizi sociali per vari e gravi motivi, ovvero quando c’è un degrado fisico e morale. I contesti dove finiscono tali bimbi devono essere perfetti sotto ogni punto di vista. Quello che sta accadendo in Inghilterra alla bimba cristiana è preoccupante. Quelli che dovrebbero essere educatori imparziali e giudiziosi sono, invece, soggetti tendenziosi che tentano costantemente di ‘plasmare’ i minori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *