Arte e cultura

Machu Picchu in pericolo: grossa crepa nel terreno

machu-picchu-fenditura-nel-terrenoGigante crepa nella terra vicino al Machu Picchu, in Perù, uno dei siti archeologici Inca più visitati al mondo. Ogni anno la zona è visitata da milioni di turisti. Adesso tante famiglie sono in pericolo a causa della gigantesca fenditura. Il rischio riguarda, precisamente, l’area montuosa di Cusco che, negli ultimi anni, ha dovuto subire gli effetti dei cambiamenti climatici, del deforestamento e delle inondazioni. E’ sempre più pericoloso vivere in tale area: nella provincia di Chumbivilcas sono cadute 37 case.

Machu Picchu tra le 7 meraviglie moderne

Gli studiosi ritengono che la faglia potrebbe ingrandirsi ed arrivare fino a Tambomachay e la strada Hiram Bingham di Machu Picchu. Quello che è accaduto recentemente è visionabile sulla pagina Facebook Gobierno Regional Cusco. In tale pagina sono state pubblicate tante foto che mostrano la frattura nel terreno. Il Machu Picchu è qualcosa di meraviglioso. Non a caso è considerato una delle 7 meraviglie moderne. Il complesso è risalente e misterioso. Era il 1911 quando lo studioso americano Hiram Bingham scoprì quello che diventò uno dei siti archeologici più famosi e frequentati del pianeta. Bingham si trovava in Perù per trovare i resti di Vilcabamba e credeva di averli scoperti nel Machu Picchu. Sbagliava. Lo storico statunitense aveva scoperto i resti di una città che tutti avevano dimenticato.

Arrivare a Machu Picchu non è semplice

Bingham iniziò ad analizzare quei resti, consapevole dell’importanza della scoperta. Fu proprio lui il precursore delle ricerche nell’area. Svolgere indagini in tale punto incontaminato del pianeta, però, non è semplice: Machu Picchu è avvolto dalla foresta amazzonica e si trova a un’altitudine di oltre 2mila metri, nei pressi di Cusco. Arrivare a Machu Picchu non è facile: bisogna prima recarsi ad Aguas Caliente, (paese dove si arriva solo con elicottero o treno), poi prendere un treno per Cusco-Aguas Calientes e infine intraprendere un lungo percorso a piedi.

Machu Picchu, conosciuta anche come ‘Città perduta degli Incas’ venne probabilmente fondata nel 1440 dall’imperatore Inca Pachacútec. Negli anni sono state avanzate varie ipotesi sul ruolo del noto sito archeologico. C’è chi ritiene che l’imperatore avesse voluto creare un luogo dove rilassarsi d’estate; altri invece sostengono che il Machu Picchu sia stato edificato come un santuario consacrato alle Sacre Vergini del Sole. In tale area sarebbero state ritrovate molte mummie di donne. Una cosa è certa: chi ha costruito il complesso era senza dubbio un grande conoscitore del sole e degli astri. Il luogo incantevole sarebbe stato anche sede di un grande osservatorio astronomico.

Cosa visitare?

Chi si reca a Machu Picchu si può subito rendere conto che i creatori della città erano dei grandi esperti di astri. In occasione degli equinozi di primavera e d’autunno (21 marzo e 21 settembre) il sole si viene a trovare proprio sul pilastro dell’intihuatana, la più importante struttura di pietra della zona che fungeva da orologio solare.

Il punto più alto del Machu Picchu è la Huayna Picchu soprannominata la Montagna Giovane, situata a circa 2700 metri di altezza. Da tale location si può ammirare tutto il sito archeologico. Tra le zone del complesso che è doveroso visitare, oltre alla Montagna Giovane, ricordiamo la Piazza Sacra con il Tempio delle tre finestre, il Tempio del Sole, l’intihuatana, la Residenza reale e il Tempio principale.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.