Cronaca

Madre si droga e sviene: figlio di 3 anni muore assiderato, libera

Droga Jamie Lynn BasingerFatto scioccante accaduto veramente a Morganton, paese della Carolina del Nord (Usa). Jamie Lynn Basinger, una tossicodipendente 24enne, era svenuta dopo aver assunto droga. Purtroppo il figlio di 3 anni era rimasto fuori, al gelo, ed è morto assiderato. Una vicenda triste e scioccante quella avvenuta negli States. Il piccolo Landyn Melton aveva festeggiato il suo terzo compleanno il giorno prima. Il tremendo episodio risale allo scorso marzo. Landyn è morto il 15 marzo 2017 a causa del gelo.

Ucciso dal freddo

Un vicino di casa di Jamie Lynn Basinger era rimasto sconvolto, lo scorso 15 marzo, alla vista del bimbo esanime sotto il portico. Il piccolo era stato ucciso dal freddo.

L’uomo aveva subito chiamato la Polizia. Il personale sanitario e gli agenti, subito accorsi nell’abitazione della tossicodipendente, non avevano potuto fare altro che constatare il decesso del bimbo. Landyn è morto assiderato.

Lunedì scorso la 24enne è stata condannata per omicidio colposo. I giudici hanno però accettato la sua richiesta di patteggiamento. E’ duro dirlo, ma la 24enne è libera. Aveva passato dietro le sbarre solo pochi mesi.

Madre superficiale non si era resa conto di nulla

Il Morganton News Herald ha riferito che gli 8 mesi passati dietro le sbarre dalla ragazza sono stati computati nella condanna finale. Un giudice ha ordinato però alla madre degenere di svolgere servizio in una comunità per 72 ore. Qualora venisse violata qualche prescrizione, per lei si aprirebbero nuovamente le porte del carcere.

Frank Webster, avvocato di Jamie Basinger, ha affermato che la sua assistita non si è mai resa conto di quello che era accaduto lo scorso marzo, non era consapevole della gravità della situazione.

Davanti ai magistrati della corte, l’avvocato Webster ha detto: ‘Quando è avvenuto ciò, quando ha visto Landyn sdraiato, sotto il portico, è scoppiata a piangere, cadendo per terra. Da allora non ha più smesso di piangere, vostro onore’.

La 24enne ha ammesso di aver assunto diverse sostanze stupefacenti nei giorni precedenti alla morte del figlio.

Jamie aveva fumato marijuana ed altre droghe prima di restare incosciente per svariate ore. Il figlio purtroppo era stato dimenticato fuori, al freddo. Nessuno era corso in suo aiuto, e quando un vicino di casa lo aveva notato era troppo tardi.

Strani segni sulla finestra

Gli investigatori hanno eseguito minuziosi accertamenti nella casa della tossicodipendente. Sulle finestre hanno scoperto degli strani segni. Era saliva. Il piccolo si era attaccato al vetro della finestra perché sentiva tanto freddo. Voleva tornare in casa ma la madre era svenuta.

Il piccolo Landyn, secondo il Morganton News Herald, aveva sangue sul volto ma l’esame post-mortem ha escluso traumi. Il piccolo non è stato picchiato e non ha subito sevizie; è stato il gelo ad ucciderlo.

Sonno più forte del normale

La madre snaturata ha ammesso davanti ai magistrati che tutte quelle droghe l’avevano fatta piombare in un sonno più forte del normale. Non aveva sentito nulla, nemmeno il figlioletto che era uscito di casa.

La porta era chiusa. Landyn bussava e moriva di freddo mentre la madre dormiva.

La Basinger dovrà sottoporsi ai drug test e rispettare le prescrizioni del dipartimento dei Servizi sociali.

L’avvocato della 24enne è certo che la sua assistita non potrà mai dimenticare l’effetto della sua superficialità.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.