Maelys de Araujo è stata uccisa: trovati i resti della bimba

By | 14 febbraio 2018

Francia-resti-di-MaelysI resti della piccola Maelys, 9 anni, scomparsa lo scorso agosto in Francia durante un banchetto nuziale, sono stati trovati. La bimba è stata uccisa da un ex soldato. Lo hanno riferito i pubblici ministeri. Nordahl Lelandais, 34 anni, ha confessato di aver ucciso Maelys de Araujo ‘involontariamente’. L’ex soldato ha deciso di collaborare con le forze dell’ordine dopo la scoperta di tracce di sangue nella sua macchina. Agli investigatori avrebbe detto di aver ucciso la minorenne accidentalmente, nascondendo poi il corpo. Prima di gettare il corpo esanime della bimba nel burrone, il 34enne sarebbe tornato al banchetto nuziale.

Scomparsa a Ponte-de-Beauvoisin

Le ricerche della piccola Maelys sono terminate nel peggiore dei modi. La minore è stata uccisa da un uomo. Il pm ha detto che l’omicida non ha ancora spiegato le circostanze della morte della bambina. La minorenne era svanita durante un matrimonio a Pont-de-Beauvoisin, località non molto lontana da Grenoble. Anche Lelandais era tra gli invitati al matrimonio.

Nordahl era stato arrestato lo scorso settembre. Qualcuno lo aveva sorpreso, poco dopo la scomparsa di Maelys, a pulire in maniera approfondita la sua auto. I pubblici ministeri di Grenoble hanno detto che il 34enne deve rispondere di numerosi reati, tra cui rapimento. L’uomo avrebbe iniziato a collaborare con la Polizia dopo aver chiesto di parlare con i magistrati.

Lelandais accusato anche dell’omicidio di un autostoppista

Lelandais, lo scorso dicembre, è stato accusato anche dell’omicidio di un autostoppista, avvenuto ad aprile. Dopo la scomparsa di Maelys, le forze dell’ordine francesi avevano iniziato a perlustrare il bosco vicino al luogo dove la piccola era stata vista per l’ultima volta.

Gli investigatori francesi aveva presentato prove sul legame tra Lelandais e la scomparsa di Maelys. Le telecamere a circuito chiuso avevano immortalato un’Audi A3 nera, simile a quella dell’ex soldato, che si allontanava dal banchetto nuziale il 27 agosto. Jean-Yves Coquillat, pm che dirige l’inchiesta, aveva detto ai giornalisti: ‘Una sagoma fragile e piccola che indossa un abito bianco può essere vista sul sedile del passeggero anteriore’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *