Cronaca

Maestra maltratta bambini: ‘Vi taglio in due come una mela’, l’arresto

Maltrattamenti in classe: maestra in manetteNuovo caso di abusi in classe. La maestra di una scuola materna di Susa, in provincia di Torino, è finita ai domiciliari perché terrorizzava e maltrattava i bambini, in classe. La 59enne avrebbe detto ai piccoli frasi del tipo ‘Vi taglio in due come una mela’. Gli alunni venivano offesi, mortificati e strattonati in continuazione. A segnalare l’agghiacciante vicenda era stata una collaboratrice scolastica. Dopo aver raccolto numerosi elementi che confermano l’atteggiamento raccapricciante della maestra, i carabinieri hanno chiesto al pubblico ministero un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

Telecamere nei locali scolastici

Sono finiti, finalmente, gli abusi e le offese per i bambini di una scuola materna di Susa. La violenta maestra è finita ai domiciliari con l’accusa di maltrattamenti nei confronti dei bambini.

Dopo la segnalazione della collaboratrice scolastica, i carabinieri avevano installato nei locali della scuola materna diverse telecamere di videosorveglianza. I filmati hanno permesso di constatare quello che l’operatrice scolastica aveva denunciato, ovvero che i piccoli erano spesso strattonati, maltrattati e umiliati. Gli accertamenti sono stati diretti dal pm Mario Bendoni.

Vicenda simile a quella di Vercelli

A Vercelli, lo scorso novembre, erano state arrestate 3 maestre della scuola per l’infanzia Korczak. Anche per loro erano scattati i domiciliari. Sempre le stesse le accuse: maltrattamenti sui bambini.

Le maestre Carmelina Capalbo, Maria Teresa Donà, e Luisita Cantù, in base a quanto emerso dai video ripresi dalle telecamere, avevano dato ceffoni e strattonato i loro alunni. L’indagine era scattata dopo la denuncia di una madre. A distanza di qualche mese da tale vicenda, ne è balzata agli onori delle cronache una simile. Teatro delle violenze sempre una scuola piemontese.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.