Cronaca

Maestra di Manfredonia maltratta bambini di un asilo nido: video la inchiodano

Manfredonia, maestra di asilo maltratta bambiniUn altro caso di abusi sui bambini in un asilo nido. Siamo a Manfredonia, in provincia di Foggia, dove la maestra di un asilo nido è finita in manette perché avrebbe più volte offeso e maltrattato i suoi alunni, dai tre ai cinque anni. L’educatrice, 61 anni, dovrà rispondere di maltrattamento di minori ma per ora ha ottenuto i domiciliari, misura che forse a molte persone, genitori dei bimbi maltrattati in primis, non potrebbe andare bene. Le indagini sono partite dopo che i genitori di diversi alunni avevano denunciato presunti maltrattamenti sui piccoli ai dirigenti della scuola dove lavorava la 61enne.

Se la prendeva coi piccoli più vivaci

Le forze dell’ordine, dopo aver appreso dai vertici dell’asilo nido di Manfredonia che, probabilmente, un’insegnante si comportava in maniera violenta verso gli alunni, avevano deciso di installare alcune telecamere di sorveglianza nei locali della scuola. Ebbene, i video contenuti nei dispositivi hanno permesso di comprovare quanto avevano segnalato i genitori ai dirigenti della scuola. Quella maestra minacciava veramente e picchiava spesso i bambini più vivaci. Gli inquirenti hanno rivelato che quell’educatrice è stata protagonista di ‘numerosi episodi di maltrattamenti nei confronti dei bambini fra i tre e i cinque anni’.

Perché l’insegnante di Manfredonia si è comportata così? Perché ha picchiato e impaurito molti bimbi, per tanto tempo, rischiando di compromettere il loro sviluppo psicofisico? Gli investigatori hanno scoperto che quella donna ‘attaccava’ specialmente i bimbi più vivaci e quelli che commettevano molti errori mentre disegnavano. Una condotta abietta che senza dubbio va sanzionata duramente. Speriamo che la giustizia faccia il suo corso e che tali vili azioni non restino impunite. La Procura ha chiesto l’arresto della 61enne perché sussistono gravi indizi di colpevolezza nei suoi confronti.

Ceffoni in testa

Sembra che la maestra finita in manette in provincia di Foggia fosse solita dare ceffoni in testa ai bimbi più ribelli e a quelli che non riuscivano proprio a stare in silenzio. Le malefatte, però, sono state riprese dalle telecamere di sorveglianza: i video non lasciano spazio a dubbi. Quella donna, che avrebbe dovuto ‘educare’ bimbi dai 3 ai 5 anni, si era trasformata in una persona spregevole, che si divertiva a provocare male al prossimo, nello specifico ai suoi alunni.

Il caso della maestra arrestata a Foggia presenta similarità con quello quello avvenuto a Fiumicino, in provincia di Roma, lo scorso marzo. Una maestra 63enne di una scuola materna comunale era stata arrestata per presunti abusi sui suoi alunni. Anche in tal caso, fondamentali si erano rivelati i filmati ripresi dalle telecamere installate nei locali dell’istituto scolastico.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.