Magalli offende i calabresi in diretta, la replica del conduttore

By | 19 novembre 2016

Giancarlo Magalli, nelle ultime ore, ha sollevato numerose polemiche perché, nel corso di una puntata de ‘I Fatti Vostri’, avrebbe offeso i calabresi, in particolare gli abitanti di Casignana. Il conduttore romano, però, ha subito replicato alle accuse, sottolineando di non aver mai offeso nessuno. I casignanesi si accontenteranno della giustificazione di Magalli?

Casignanesi indispettiti dopo la battuta infelice di Magalli

In occasione della puntata de ‘I Fatti Vostri’ dello scorso 15 novembre 2016, Giancarlo Magalli aveva telefonato a un abitante di Casignana. Si trattava del gioco della telefonata a casa: chi risponde vince un premio. Constatando che nessuno rispondeva, il presentatore, un po’ indispettito, avrebbe detto che a quell’ora i calabresi stanno ‘scippando le vecchiette’. Quelle parole hanno fatto indignare i casignanesi e il sindaco del piccolo centro in provincia di Reggio Calabria si è riservato di sporgere denuncia-querela. Il primo cittadino di Casignana ha ricordato che il paese da lui amministrato è sicuro, non ci sono dunque scippatori che rapinano le vecchiette, come avrebbe detto Magalli durante la puntata de ‘I Fatti Vostri’.

La polemica sulla battutaccia di Giancarlo Magalli non si placa. La replica del conduttore è arrivata a stretto giro. Magalli ha fatto sapere che bisogna mettere il punto a una polemica nata su qualcosa di inconsistente: lui non ha mai usato termini offensivi del genere e non ha mai offeso i calabresi. Tra l’altro, il presentatore ha evidenziato che la Calabria è una terra che ama, dove spesso ha trascorso le vacanze estive. I calabresi, secondo Giancarlo, hanno molti pregi ma anche il difetto di essere permalosi. Adesso il conduttore pretende che venga chiusa la polemica perché lui non ha mai offeso i meridionali. Il 69enne ha puntualizzato di lavorare in tv da oltre 30 anni e se fosse ostile ai meridionali si sarebbe già saputo.

Colpa dei giornali come l’Huffington Post

Comunque, Magalli non critica i casignanesi e i calabresi in genere perché, come sempre, la colpa è di giornali come l’Huffington Post, secondo cui lui avrebbe detto: ‘I calabresi scippano le vecchiette’. Magalli ha riferito che, quella detta lo scorso 15 novembre, è stata una frase ‘detta a cavolo’, dopo aver notato che nessuno rispondeva al telefono. La frase ‘A scippare le vecchiette’ non era certamente un insulto ai casignanesi e, in generale, ai calabresi. Per Magalli si è trattato ‘di una battuta, certamente cretina, ma non riferita a Casignana, né alla Calabria, né al Meridione’.

Magalli se la prende con tutti i giornali che hanno riportato qualcosa che lui non ha detto; insomma contro i tabloid che hanno travisato i fatti. Secondo lui, solo chi ha sentito le sue parole le ha capite; altri invece si sono limitati a chiosare i commenti degli altri, facendo sollevare così un enorme polverone. Adesso il presentatore spera che questa vicenda si chiuda perché ci sono questioni più rilevanti a cui pensare.

Intanto Casignana e i casignanesi pretendono le scuse di Magalli. Questo, però, ha affermato che si è trattato di una ‘battuta cretina’. Nessuno sarebbe stato denigrato. Per il conduttore 69enne lo scandalo sarebbe scaturito dalla permalosità dei calabresi. Comunque, su Facebook, Giancarlo ha scritto che, secondo lui, la polemica è stata sollevata per farsi pubblicità. Niente di più. Intanto il polverone non si è placato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.